Conseguenze del terremoto: ad Accumoli il suolo si è abbassato di 20 centimetri

Cronaca

Conseguenze del terremoto: ad Accumoli il suolo si è abbassato di 20 centimetri

Ogni scossa di terremoto di magnitudo elevata porta con sè una serie di conseguenze a livello della fisionomia territoriale delle zone interessate dal sisma e dallo sciame sismico che ne segue. E così è stato anche tra Lazio, Umbria e Marche, dove il 24 agosto un terremoto di magnitudo 6.0 della scala Richter ha segnato il territorio in maniera devastante, radendo al suolo interi paesi e provocando la morte di oltre 260 persone. Ma non solo: in corrispondenza di Accumoli, come emerge osservando le immagini della faglia rilevate dai satelliti e diffuse da Ingv, Dipartimento della Protezione Civile e Consiglio Nazionale delle Ricerche, il suolo risulta abbassato di 20 centimetri.

Intanto buone notizie, seppur nel dramma, dalle Marche, regione nella quale non vi sarebbero più dispersi, come dichiarato dal comandante regionale dei vigili del fuoco Ugo Bonessio al campo base di Arquata del Tronto. Proseguono comunque, nelle altre regioni, le ricerche tra le macerie di case, chiese, scuole ed altri edifici pubblici, nella speranza di trovare persone ancora in vita.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche