Consigli per favorire un buon sonno - Notizie.it

Consigli per favorire un buon sonno

Guide

Consigli per favorire un buon sonno

Non lasciate che l’insonnia comprometta il vostro rendimento l’indomani. L’insonnia e i disturbi del sonno sono causati da molti fattori che alla lunga possono portare a problemi più gravi, quali difficoltà di concentrazione e sbalzi d’umore, se non si prendono provvedimenti in tempo. L’insonnia e la scarsa qualità del sonno possono essere superate creando un ambiente che favorisca il sonno e apportando una serie di modifiche al proprio stile di vita, per esempio iniziando a praticare attività fisica con regolarità, evitare di assumere sostanze stimolanti ed assumere invece cibi che conciliano il sonno in modo naturale.

Spegnere la luce e ridurre i suoni

La luce inibisce la produzione di melatonina, ormone che aiuta a prendere sonno. È essenziale spegnere le luci al neon nella camera da letto, o comunque tutte le luci troppo forti, almeno un’ora prima di coricarsi. Spegnete tutte le fonti di luce e suoni, tra cui anche computer e laptop, televisioni e radio prima di andare a letto.

All’occorrenza, indossate una mascherina per proteggere i vostri occhi dalla luce. Mettere delle tende oscuranti per evitare che la luce entri nella vostra camera da letto può essere un’ottima scelta, specialmente se vivete in mansarda.

Fate esercizio fisico

Con un’attività fisica costante la qualità del sonno migliorerà. Una regolare attività fisica quotidiana riduce i livelli di stress e favorisce il sonno profondo. Bastano 20 minuti al giorno di camminata a passo sostenuto, oppure andare a nuotare o andare in biciletta. L’orario migliore per praticare attività fisica è tra le ore 17.00 e le 19.00, in quanto l’organismo è nella condizione migliore per fare movimento. Assolutamente da evitare è fare ginnastica poco prima di andare a dormire, poiché la stimolazione fisica che ne deriva potrebbe contribuire a tenervi svegli, invece che conciliarvi il sonno.

Scegliete cibi che favoriscano il sonno

Assumere cibi che contengono triptofano, aminoacido che favorisce il sonno, può essere un’ottima mossa per combattere l’insonnia e migliorare la qualità del sonno.

Accertatevi che nella vostra dieta ci siano cibi ricchi di triptofano, quali latte, formaggio, banane, nocciole, uova e miele. Non esagerate con il cibo alla sera. La cena dovrebbe essere il pasto più leggero della giornata. Riducete l’apporto di proteine e cibi grassi in orario serale, in quanto sono alimenti che richiedono una digestione più lunga. Evitate i cibi speziati e piccanti. Bevete molta acqua durante il giorno ma dopo le ore 20.00 è consigliabile ridurre la quantità di acqua che si assume, per evitare di doversi alzare di notte per andare in bagno.

Evitate le sostanze stimolanti

Sostanze stimolanti come la nicotina, l’alcol e la caffeina ostacolano la qualità del sonno. Evitate di assumere prodotti contenenti caffeina, come caffè, cioccolata, Coca-Cola, tè e molti farmaci. Assolutamente da evitare è la nicotina, specialmente prima di andare a dormire o quando ci si sveglia durante la notte. Da evitare anche l’alcol, che potrebbe inizialmente indurre sonnolenza, ma poi danneggia il sonno e vi preclude la possibilità di godere di un sonno rigenerante.

Se nonostante questi accorgimenti fate ancora fatica a dormire, probabilmente avete difficoltà a rilassarvi.

Provate quindi ad immaginare qualcosa di rilassante e piacevole, come essere comodamente sdraiati su una barca che ondeggia sul mare, con un bel venticello tiepido e il rumore delle onde che vi culla.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*