Consigli per organizzare una cena con delitto

Guide

Consigli per organizzare una cena con delitto

Ormai le solite cene sono noiose… si parla ogni tanto tra una portata e l’altra, e ci si alza da tavola con la pancia piena ma spesso con nulla di nuovo. Una serata piatta come si suol dire.
Se volete cambiare registro e movimentare la serata, vi consiglio di invitare il vostro partner o i vostri amici ad una “cena con delitto”. Tranquilli. Non vi sto suggerendo di movimentare la serata commettendo qualche reato. Si tratta di una news dell’intrattenimento. In sostanza l’invito a cena – e la cena stessa – si trasformano in un giallo alla Jessica Fletcher. Un gioco di ruolo durante il quale si gusta anche un’ottima cena. Certamente è necessario organizzare ogni dettaglio perché ognuno deve recitare un ruolo e di conseguenza deve esserci un registra, che in questo caso sarà il proprietario di casa e/o l’organizzatore della serata.
Conditio sine qua non per far funzionare la serata è che ognuno degli invitati non sveli il proprio personaggio.

L’assassino, il ladro, la vittima, l’investigatore. Ciascuno deve interpretare la sua parte. Si gioca e si mangia a carte coperte, come si suol dire.
Non spenderete tanto, anche perché non dovrete necessariamente organizzare una cena di 40 portate. Basterà una cenetta semplice. Ciò che riempirà la serata non sarà il cibo ma il gusto di giocare e di recitare. Potete scrivere da voi la sceneggiatura oppure ispirarvi a quale racconto giallo. Magari poco conosciuto. Immaginate l’emozione di mettere in scena Il cuore rivelatore di Edgar Allan Poe. Potrete anche modificare la trama e aggiungere personaggi a vostro piacimento. Insomma una prova di creatività e la serata sarà sicuramente da ricordare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Enrica Marrelli 447 Articoli
Laureata in Teoria della Comunicazione e Comunicazione Pubblica presso l'Università della Calabria. Amo la lettura ma mi appassiona anche il grande e il piccolo schermo.
Contact: Facebook