Continua il crollo del petrolio, borse in rosso COMMENTA  

Continua il crollo del petrolio, borse in rosso COMMENTA  

Continua il crollo del petrolio, borse in rosso

Anche questa settimana apre con una perdita di miliardi per tutte le borse del mondo. Il petrolio, intanto, continua a scendere.

Oggi c’è stato il nuovo record: 28 dollari al barile; da 12 anni non si registrava un prezzo così basso. Ad alimentare questo discesa è anche la rimozione delle sanzioni all’Iran, che potrebbe riprendere il commercio dell’oro nero con il resto del mondo.


Per quanto riguarda le borse, tutte chiudono registrando una perdita. Wall Street non ha nemmeno aperto per la festa dedicata a Martin Luther King,ma la presenza nei mercati non avrebbe portato effetti positivi.

E’ tornata in campo anche a banca centrale cinese, per bloccare le variazioni dello yuan. Piazza Affari apre in positivo, ma dopo poco passa al segno meno affossata dalle grandi banche, in particolare Mps.

A causare gran parte di queste cadute è l’economia cinese che registra dure perdite nell’arco trimestrale, mentre riesce a rimanere in positiva nell’arco temporale di un anno.

Nonostante questo, a Hong Kong gli agenti non nutrono grandi speranze, che continua a registrare perdite. Intanto, non varia di molto lo spread tra BTP e Bond tedeschi, fissi a 102 punti.

L'articolo prosegue subito dopo

L’euro è scambiato con il dollaro a 1.0888.

Leggi anche

2 Commenti su Continua il crollo del petrolio, borse in rosso

  1. Complimenti per l’articolo,perchè nonostante il calo del petrolio la benzina non diminuisce,diciamo che viaggiamo solo con le accise.
    Vorrei mettere questo articolo con il vostro permesso nel mio forum mettendo ovviamente il vostro link in questa sezione
    http://www.ilforumditutti.net/f1-notizie-di-cronaca-e-news-ansa

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*