Contratto tempo indeterminato 2015 - Notizie.it

Contratto tempo indeterminato 2015

Guide

Contratto tempo indeterminato 2015

fila-lavoro-porta_904441571

Il contratto a tempo indeterminato, considerando il taglio dei contributi per tre anni previsto dalla Legge di Stabilità voluta dal Governo Renzi, diventerà un onere meno costoso per il datore di lavoro, con un notevole risparmio per l’azienda rispetto ad altre forme, ad esempio il contratto a tempo determinato o quelli a progetto.

Per il lavoratore il netto nella retribuzione annua sale dagli attuali 18.139 euro a 19.736, con un risparmio legato al costo dei contributi (circa 2.400 euro), compensato in parte dalla maggiore IRPEF.

Il Jobs Act comporterà anche un ulteriore vantaggio per le aziende che assumono a tempo indeterminato, grazie all’introduzione del contratto a tutele crescenti che non prevede, per tre anni, la protezione dell’articolo 18, mettendo in previsione un’indennità economica per il lavoratore in questione.

Il taglio dei contributi per i nuovi assunti a tempo indeterminato avrà comunque un tetto massimo, che nello schema della Legge di Stabilità è fissato a 6.200 euro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*