Controllare l’auto prima di partire in ferie - Notizie.it
Controllare l’auto prima di partire in ferie
Guide

Controllare l’auto prima di partire in ferie

Parola d’ordine: massima prudenza. Prima di mettersi in viaggio per le vacanze è necessario effettuare una serie di controlli che garantiscano un percorso sereno e un arrivo altrettanto sicuro. Da indagini realizzate su errori e comportamenti più a rischio degli automobilisti, risulta che gli italiani sono impreparati ad affrontare tragitti in automobile e, in particolar modo, quelli relativi ai grandi esodi. La maggior parte non è in grado di affrontare lo stress da viaggio, mentre altri non tengono conto delle loro condizioni psicofisiche.

Un guasto improvviso al motore può rovinare la vacanza, oltre che imporre una sosta di emergenza. E’ quindi consigliabile consultare regolarmente il libretto di uso e manutenzione dell’auto per mantenere in efficienza il veicolo avvalendosi di meccanici esperti. Ecco i principali controlli da fare.

Check up dei freni: una verifica dei freni è indispensabile, da fare almeno ogni 20.000 km e a intervalli anche minori, se si circola prevalentemente in città, dove i freni sono maggiormente soggetti ad usura.

Alcune vetture sono dotate di una spia luminosa che si accende sul cruscotto quando le “pastiglie” sono consumate e vanno sostituite immediatamente. Il fatto che la spia sia spenta non significa, però, che i freni siano a posto, potrebbe comunque essere guasta. E’ altrettanto importante, poi, la verifica del livello del liquido dei freni. Anche in questo caso esiste un’apposita spia luminosa, ma non bisogna confidare solo su di essa;

Controllo dello sterzo: se girando lo sterzo a destra e a sinistra di 3-4 cm le ruote non si muovono affatto significa che il “gioco” dei tiranti dello sterzo è eccessivo. Se a ruote dritte lo sterzo non è centrato significa che è mal regolato: in entrambi i casi, occorre una verifica. Potrebbe bastare una semplice regolazione, ma potrebbe essere anche l’indizio di un guasto più serio;

Verifica degli ammortizzatori: non servono solo per una guida piacevole, sono un elemento importante per la sicurezza, in quanto garantiscono il contatto costante tra i pneumatici e la strada e il mantenimento dell’assetto del veicolo.

Se l’auto saltella o se dopo una curva si raddrizza violentemente è necessario fare verificare il loro stato;

Un’occhiata a luci e tergicristalli, ai pneumatici (verificare la pressione e l’integrità del cerchione, la profondità degli intagli del battistrada). Ricordate inoltre che una vettura troppo carica diventa più impegnativa da guidare, oltre che instabile. E’ opportuno dedicare un po’ di tempo a caricare correttamente i bagagli. E’ bene che questi siano distribuiti in maniera omogenea e che non siano mai sistemati sulla cappelliera (il ripiano sul bagagliaio). Molti ricorrono al portapacchi, ma questo accessorio va montato con estrema cautela, avendo cura di avvitare a fondo tutte le viti di fissaggio e di non sovraccaricarlo troppo (massimo 80-100 Kg).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*