Cooperante italiano ucciso in raid Usa

Esteri

Cooperante italiano ucciso in raid Usa

Il cooperante italiano in Pakistan Giovanni Lo Porto, di cui si erano perse le tracce nel gennaio 2012, è morto nel Paese asiatico a gennaio di quest’anno, vittima di un raid USA antiterrorismo organizzato con un drone, un aereo senza pilota e comandato da una base militare. Lo Porto, 39 anni, si trovava nella provincia pachistana di Khyber Pakhtunkhwa per conto della ong Welt Hunger Hilfe (Aiuto alla fame nel mondo) e lavorava alla costruzione di alloggi di emergenza. “Mi assumo tutta la responsabilità di queste operazioni anti-terrorismo. Iil governo Usa chiede scusa” ha affermato il presidente Usa Barack Obama, rendendo nota la tragica fine del nostro connazionale. Dal canto il presidente del Consiglio italiano, Matteo Renzi, ha espresso “profondo dolore per la morte di un italiano che ha dedicato la sua vita al servizio degli altri”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche