Coppa Italia: Juve inarrestabile, travolta anche la Roma (3-0)

Calcio

Coppa Italia: Juve inarrestabile, travolta anche la Roma (3-0)

La Juventus è un rullo compressore. Non si allenta neppure in Coppa Italia la fame di vittoria che Conte ha saputo trasmettere ai suoi ragazzi: a farne le spese è la Roma che esce con le ossa rotte (3-0) dalla sfida valevole per i quarti di finale. I bianconeri attendono l’esito di Milan-Lazio per conoscere la sfidante della doppia gara dell’8 febbraio e del 21 marzo. Unica nota stonata il nervosismo eccessivo da entrambe le parti fin dalle prime battute, dovuto in parte a qualche errore di Banti ma comunque eccessivo e fondamentalmente immotivato. Partita di fatto mai in discussione tra due squadre dai ritmi opposti: indiavolata come sempre la Juve, che aggredisce l’avversario fin dai primi minuti, troppo compassata la Roma che forse ha affrontato la partita senza crederci troppo a tutti i livelli (la squadra era partita per Torino in mattinata…).

I giocatori di Luis Enrique dimenticano quindi in un attimo i progressi degli ultimi quaranta giorni tornando involuti e distratti come ad inizio stagione, lenti nel loro possesso palla troppo sterile e disastrosi in difesa dove Taddei è stato fatto a fette da Estigarribia, il migliore in campo, e dove la coppia centrale è parsa quantomeno poco concentrata.

Nonostante il cambio di modulo e di tanti interpreti la Juventus aggredisce da subito la partita con il consueto ardore ed il risultato si sblocca dopo appena sei minuti grazie ad una penetrazione centrale di Giaccherini che, in tutto e per tutto vice Marchisio, supera in uscita Stekelenburg sfruttando un buco di Pjanic ed il mancato fuorigioco della difesa romanista. Reazione inesistente della Roma che continua a macinare possesso palla senza però mai riuscire ad avvicinarsi all’area di una Juventus perfetta in fase di non possesso trasformando il modulo in un 4-4-2 grazie all’intelligenza tattica di Marrone ed ai ripiegamenti di Estigarribia. Così con dieci uomini dietro alla palla per la Roma è impossibile trovare varchi e Storari non corre alcun pericolo.

Alla mezz’ora, ecco il Del Piero-show a chiudere i conti: il capitano riceve palla al limite dell’area dopo un pasticcio della coppia Kjaer-Heinze e lascia partire da fermo un destro a giro dei suoi che lascia immobile Stekelenburg.

E’ il primo, storico gol di Del Piero nello Juventus Stadium, la tifoseria bianconera scatta in piedi e la partita è consegnata alla storia. Poco dopo Estigarribia fallisce il comodo 3-0 ma è ormai chiaro che la partita è chiusa. Nella ripresa infatti la musica non cambia, anzi ad acuirsi è solo il nervosismo da entrambe le parti: a farne le spese è Lamela, espulso per aver scalciato Chiellini, e la Roma rischia il tracollo. Ancora Estigarribia fallisce il tris così come il neo entrato Quagliarella che centra la traversa da pochi passi, così il tris se lo fa direttamente la Roma con il disastroso Kjaer che infila la propria porta anticipando Matri su cross di Quagliarella. La Juve non finisce mai e sogna il Grande Slam, la Roma deve ancora cominciare.

Juventus-Roma 3-0

Marcatori: 6′ Giaccherini; 30′ Del Piero; 89′ aut. Kjaer

Juventus: Storari; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Marrone, Pirlo, Giaccherini (88′ Krasic), Estigarribia; Borriello (63′ Matri), Del Piero (77′ Quagliarella). (Branescu, De Ceglie, Pazienza, Vidal). All.: A.

Conte.

Roma: Stekelenburg; Taddei, Kjaer, Heinze, José Angel; F. Simplicio (67′ L. Greco), Gago, Pjanic; Totti (72′ Perrotta); Lamela, Bojan (58′ Borini). (Lobont, Rosi, Juan, Viviani). All.: Luis Enrique.

Arbitro: Banti (Livorno)

Ammoniti: Estigarribia, Barzagli, Pjanic, Simplicio, Totti e Krasic.

Espulso: Lamela per gioco violento al 68′.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...