Coppa Italia, Juventus-Milan: precedenti e probabili formazioni COMMENTA  

Coppa Italia, Juventus-Milan: precedenti e probabili formazioni COMMENTA  

Quarto ed ultimo atto stagionale della storia infinita tra Juventus e Milan. Meno di un mese dopo l’ultima avvelenata sfida (martedì l’arbitro sarà Orsato: la speranza è che se ne parli il meno possibile…) le due rivali tornano a fronteggiarsi ed anche se può sembrare paradossale proprio quello di martedì sera sarà l’unico incrocio senza uscita: ci si gioca infatti l’accesso alla finale di Coppa Italia in una cornice di pubblico (allo stadio, che si annuncia ancora esaurito, ma pure davanti alla tv) da grandi occasioni. Si parte dal 2-1 juventino a Milano che trasforma la missione dei rossoneri in un’impresa quasi impossibile. Ad Allegri servono due gol senza subirne, contro una squadra ancora imbattuta che ha subito due reti in casa solo a metà ottobre contro il Genoa. Per nessuna delle due la seconda manifestazione nazionale è un appuntamento di ripiego. Le dominatrici della scena italiana pre Calciopoli infatti inseguono una finale che manca da tanto tempo: il Milan è assente dall’atto conclusivo dal 2003, nell’anno dell’accoppiata Champions-Coppa Italia, la Juve dal 2004 quando perse contro la Lazio. E per la Juve, che non vince dal 1995, c’è anche il traguardo della decima coppa.


Juventus: ritrovati gol e tranquillità (il gioco non era quasi mai mancato), la truppa di Conte viaggia a grandi passi verso il primo traguardo stagionale. La finale di Coppa allungherebbe la stagione di qualche settimana (magari Prandelli non sarà contentissimo…) ma rappresenterebbe una prima pietra simbolica nel piano di ricostruzione che sta procedendo spedito. Conte però non perde di vista il campionato: ecco quindi che per coerenza ma anche opportunità affiderà la missione-finale alla squadra 2 che è arrivata fino a qui in Coppa. Potendoselo permettere, spazio quindi al turn over visto che gli unici indisponibili sono Matri (leggera contusione al ginocchio destro) ed il convalescente Barzagli. Storari in porta (Buffon non è neppure convocato) e Del Piero in attacco sono le uniche due “riserve” sicure di giocare per il resto sussiste qualche dubbio sul modulo, ma sembra possibile il ritorno al 3-5-2 e sulla seconda punta: Borriello è favorito su Vucinic, parso però ispiratissimo nelle ultime due uscite. In mezzo intoccabile Pirlo.


Milan: la squadra torna sul luogo del delitto. Sei mesi dopo la peggior prestazione stagionale, quella costata una sconfitta molto “pericolosa” in ottica scudetto, il Milan si ripresenta allo Juventus Stadium con ben altre certezze. Quelle che vengono dalla classifica, non scalfite neppure dall’incapacità di battere la Juve nei tre precedenti incroci stagionali. Per la finale però servirà un’impresa, per di più con l’organico a metà e con nella testa le due delicate partite dei prossimi otto giorni: la Roma sabato ed il Barcellona martedì. Niente turn over, quindi, ma scelte quasi obbligate: ancora fuori Nesta e Boateng, recuperabili per sabato, in difesa torna Mexes in coppia con Thiago Silva. Bonera si sposta a destra mentre in mezzo e davanti rimarrà tutto immutato eccetto il possibile avvicendamento El Shaarawy-Lopez. Pronti a subentrare dalla panchina Seedorf, Aquilani e Gattuso. Al centro di tutto è e resta Ibrahimovic: lui di riposarsi non ha nessuna intenzione.


Precedenti. Milan e Juve si ritrovano di fronte per l’undicesima volta a livello di Coppa Italia con un bilancio in perfetta parità con quattro vittoria a testa e dua pareggi. La sfida valse l’assegnazione del trofeo nel 1942 e nel ’90 ed in entrambe le occasioni trionfarono i bianconeri. Sorridono alla Juve anche gli ultimi due doppi confronti, sempre a livello di semifinale: nel 1992 0-0 a Milano e vittoria di misura firmata Schillaci al Delle Alpi, dieci anni dopo a San Siro finisce come quest’anno 2-1 per la Juventus che al ritorno impatta il gol di Josè Mari grazie al pareggio di Zambrotta. In entrambe le occasioni i bianconeri persero la doppia finale contro il Parma.

L'articolo prosegue subito dopo


Probabili formazioni. Juventus: Storari; Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio, De Ceglie; Borriello, Del Piero. Milan: Amelia; Bonera, Mexes, Thiago Silva, Antonini; Nocerino, Ambrosini, Muntari; Emanuelson; Ibrahimovic, Lopez.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*