Coppa Italia: la Juve passa a San Siro (1-2) COMMENTA  

Coppa Italia: la Juve passa a San Siro (1-2) COMMENTA  

Quarantacinque minuti per studiarsi, ed altrettanti per darsi battaglia. Milan e Juventus hanno giocato ma solo a metà la prima delle tre sfide in quarantacinque giorni che orienteranno la stagione del calcio italiano: ed alla fine hanno vinto i bianconeri, un 2-1 pesantissimo che avvicina la formazione di Conte alla finale di Coppa Italia da cui la Juve manca da dieci anni esatti quando, prima di arrendersi al Parma nel doppio confronto, la Juve eliminò in semifinale proprio il Milan e sempre per 2-1. Ad una prima frazione fortemente tattica e giocata su ritmi bassi ha infatti corrisposto una seconda metà di partita vivace e senza un attimo di pausa come se entrambe le formazioni avessero deciso di giocarsi senza retro pensieri quello che rimane pur sempre l’obiettivo meno prestigioso della stagione.


In campo si è vista la solita Juve tetragona, che non molla un pallone ed un contrasto: vittoria quindi meritata perché è stata proprio quella di Conte la formazione più determinata fino alla fine, oltre che meglio organizzata. E come ciliegina sulla torta ecco la doppietta di Martin Caceres, uno non certo avvezzo al gol ma che alla prima da titolare della sua seconda esperienza juventina realizza due gol da bomber vero. Caceres che peraltro era stato uno dei meno brillanti nel primo tempo quando la sua posizione da esterno destro alto lo aveva messo in difficoltà davanti ai tagli di El Shaarawy, ancora una volta il migliore del Milan: il Piccolo Faraone è stato l’unico a concludere verso la porta nel primo tempo dopo un dribbling secco su Barzagli ma da posizione defilata sulla linea di fondo l’ex padovano non ha inquadrato i pali di Storari. El Shaarawy è stato comunque poco assistito da una squadra ancora troppo lenta ed impacciata, travolta a centrocampo dai ritmi della Juventus. Poco ispirato anche Ibrahimovic, di cui si ricorda solo un gol giustamente annullato per fallo di mano ed un accenno di rissa finale con Storari.


Nella ripresa la partita si trasforma: entrambe le squadre cercano la vittoria ma il primo gol lo realizza la Juve, al 9’, ed è una rete confezionata per intero dai nuovi acquisti. Percussione centrale di Padoin che spacca la difesa rossonera, tiro di Borriello respinto corto da Amelia e Caceres appoggia in rete da pochi passi. La gara si apre: Del Piero manca il colpo del ko in contropiede e dieci minuti dopo arriva il pareggio con El Shaarawy che appoggia in rete una sponda di Ambrosini dopo un bel cross dalla sinistra di Antonini. E’ il momento migliore per il Milan che prova l’assedio, la Juve si abbassa troppo ma rischia poco o nulla e colpisce nel finale: al 35’, delizioso pallonetto di destro dal limite dell’area di Caceres dopo un corto rinvio di Ambrosini su cross di Giaccherini. Allegri ci prova con il 4-2-4 inserendo Lopez ma Storari non trema: tra tre settimane replica in campionato ma la legge del più forte ha già cominciato a valere.


Milan-Juventus 1-2

Marcatori: 54’, 83’ Caceres; 63’ El Shaarawy

Milan: Amelia; Bonera, Mexes, Thiago Silva, Antonini; Ambrosini, Van Bommel (85’ Lopez), Emanuelson (61’ Robinho); Seedorf; Ibrahimovic, El Shaarawy. (Roma, Zambrotta, Cristante, Mesbah, Inzaghi). All.: M. Allegri.

L'articolo prosegue subito dopo


Juventus: Storari; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Caceres, Giaccherini, Pirlo, Padoin (71’ Marrone), Estigarribia; Borriello (67’ Quagliarella), Del Piero (67’ Vucinic). (Buffon, Lichtsteiner, Marchisio, Elia). All.: A. Conte.

Arbitro: Mazzoleni (Bergamo)

Ammoniti: Ambrosini, Mexes, Quagliarella.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*