Coppa Italia, Napoli sconfitto a Siena (2-1) COMMENTA  

Coppa Italia, Napoli sconfitto a Siena (2-1) COMMENTA  

Altro che testa al campionato e obiettivo di ripiego: Siena e Napoli lottano fino alla fine nella semifinale di andata di Coppa Italia ma solo nel secondo tempo, come fatto la sera precedente da Juve e Milan, pur in un Franchi non all’altezza con spalti semivuoti. La spuntano a sorpresa i toscani che continuano a cavalcare il sogno chiamato Europa League, che diventerebbe quasi una certezza in caso di qualificazione alla finale. Ma la sfortunata autorete di Pesoli, che a quattro dalla fine anticipa maldestramente Farelli con una scivolata deviando un tiro-cross di Lavezzi, sembra orientare l’inerzia della doppia sfida dalla parte degli azzurri, che rinviano comunque ancora una volta l’appuntamento con la vittoria ma costretto a recitare il mea culpa per aver buttato via tutto il primo tempo, giocato su ritmi troppo bassi. Il Siena ha fatto la partita che doveva e che aveva preparato: Sannino ha confermato il 4-4-2 schierando la solita squadra aggressiva e compatta, pronta a pressare alto per sfruttare le ripartenze.

Leggi anche: Serie A: la Fiorentina è seconda, il Verona affonda in casa, tutti i risultati della 15.ma giornata


La missione è andata oltre le aspettative per tutta la prima frazione durante la quale i bianconeri hanno inibito la costruzione del gioco del Napoli, pericoloso solo in avvio con due tiri dalla distanza di Gargano respinti da Farelli. I toscani passano a fine tempo al primo tiro in porta con Reginaldo che su assist di Mannini s’invola verso l’area azzurra bruciando il legnoso Campagnaro e supera De Sanctis con un morbido pallonetto. E’ un duro colpo per il Napoli che rischia il ko in avvio di ripresa quando l’ex Mannini (che, sostituito, non gradisce il cambio e subisce il durissimo rimprovero di Sannino) manca due buone opportunità sotto misura. La svolta arriva solo con l’ingresso di Lavezzi: il Pocho cambia faccia alla squadra che d’incanto diventa aggressiva e veloce.

Leggi anche: Siviglia-Juventus 1-0, i bianconeri si qualificano come secondi


Dopo pochi minuti è proprio Lavezzi a sfiorare la rete trovando però i riflessi di Farelli a dirgli di no. Il Siena non cambia atteggiamento e colpisce ancora a metà ripresa: Reginaldo verticalizza per Brienza che mette in mezzo per l’accorrente D’Agostino che appoggia in rete di sinistro. Questa volta il Napoli non s’arrende e l’ultimo quarto di partita è un assedio: Farelli guarda sfilare una punizione di Lavezzi, poi è salvato dalla traversa su Cavani e da Belmonte che salva sulla linea un colpo di testa dello stesso Matador. Solo lo sfortunato Pesoli piega la resistenza del terzo portiere bianconero. La qualificazione è ancora aperta, ma a Siena c’è la sensazione di un’impresa solo sfiorata.

Siena-Napoli 2-1

Marcatori: 42’ Reginaldo; 66’ D’Agostino; 86’ aut. Pesoli

Siena: Farelli; Pesoli, Terzi, Contini, A. Rossi; Angelo, D’Agostino, Gazzi, Mannini (62’ Brienza); Bogdani (51’ Larrondo), Reginaldo (70’ Giorgi). (Pegolo, Terzi, Vergassola, P. Gonzalez). All.: G. Sannino.

L'articolo prosegue subito dopo


Napoli: De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica (58’ Lavezzi); Maggio, Dzemaili (74’ Inler), Gargano, Zuniga; Hamsik, Pandev (71’ E. Vargas); Cavani. (Rosati, Fernandez, Britos, Dossena). All.: W. Mazzarri.

Arbitro: De Marco (Chiavari)

Ammoniti: Mannini, Campagnaro, Pandev e Rossi.

Leggi anche

Il presidente del Coni Giovanni Malagò
Sport

Calcio. Coni taglia contributi a Figc, -4,5 mln

Coni taglia contributi a Figc, -4,5 mln   Ammonta a 4,5 milioni di euro il taglio che il CONI ha deciso per contributi annuali alla Figc. Da 37,5 mln, si passa a 33 per l'anno 2017. E' quanto si é appreso al termine della riunione sui contributi che il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha tenuto oggi con i presidenti federali. Su 44 federazioni coinvolte, l'unica a presentare segno meno è proprio la Figc. Per altre 13 contributi invariati, mentre 30 ottengono un aumento. Tra queste, le più premiate sono quelle che hanno portato maggiori risultati a livello olimpico: nuoto, Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*