Coppa Italia, Napoli-Siena: le probabili formazioni COMMENTA  

Coppa Italia, Napoli-Siena: le probabili formazioni COMMENTA  

Dal Vicenza al Siena. C’è ancora una provinciale tra il Napoli e la Coppa Italia: sedici anni dopo l’ultima finale, persa contro i berici, gli azzurri provano a riscrivere la storia cercando la rimonta contro la Robur nel ritorno della semifinale che, in caso di successo, schiuderebbe le porte della finale del 20 maggio contro la Juventus per un ultimo atto che sarebbe del tutto inedito nella storia della manifestazione. Certo, con tutto il rispetto, affrontare Destro non può dare la stessa adrenalina dello Stamford Bridge e di Drogba ma una settimana dopo la Grande Delusione il pubblico del San Paolo è pronto a farsi sentire. Questo gruppo vuole certificare l’ingresso nella storia del club alzando un trofeo. Ma prima c’è da battere il Siena con un gol di scarto dopo l’1-2 del Franchi.


Napoli: la pesante rimonta andata in scena domenica sera al Friuli nel delicato scontro diretto contro l’Udinese ha ulteriormente rafforzato la fiducia dei tifosi, pronti a spingere la squadra verso una finale storica. Cinquantamila gli spettatori previsti ma Mazzarri predica calma: questa volta nei “panni” del Chelsea c’è proprio il Napoli, chiamato a rimontare l’1-2 dell’andata. L’autogol di Pesoli però sembra aver indirizzato l’inerzia della sfida verso Hamsik e compagni cui basterà un solo gol a patto di non subirne. In campo andrà la formazione migliore, quella che ormai tutti gli addetti ai lavori hanno imparato a memoria e di fatto la stessa vista a Stamford Bridge. Zuniga e Gargano sembrano destinati a vincere i duelli con Dossena e Dzemaili, gli unici dubbi della vigilia per Mazzarri. Recupera anche Maggio che si riprenderà regolarmente il posto sulla corsia destra ma che giocherà con un parastinco su misura a protezione della caviglia.


Siena: il sogno è a portata di mano ed il presidente Mezzaroma vuole viverlo fino in fondo. Alla Robur basterà, si fa per dire, difendere il vantaggio minimo accumulato al Franchi quaranta giorni fa per fare un doppio salto nella storia: conquistare la prima finale di sempre in Coppa Italia e soprattutto sbarcare in Europa League. Ma le scorie da mettersi alle spalle non sono poche: da una parte quel fastidioso autogol di Pesoli che ha quantomeno dimezzato le realistiche chance di qualificazione, dall’altra lo 0-2 di domenica contro il Novara. Un risultato pesante da assorbire perché ha riacceso le speranze dei piemontesi ed al contempo fatto riemergere i limiti di una squadra reduce da tre vittorie consecutive ma che ha fallito il primo mezzo match point per la salvezza. Domenica in casa del Chievo, curiosamente la squadra eliminata nei quarti di Coppa, ce ne sarà un altro ed anche per questo Sannino deve gestire un saggio turn over. Così si torna al 3-5-2, niente San Paolo per Vergassola e Destro, sostituiti da Parravicini e Larrondo e qualche ritocco è previsto anche in difesa con Belmonte e l’ex Contini titolari. Perché sognare è bello: a patto di non vivere un maggio da incubo.


Probabili formazioni. Napoli: De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica; Maggio, Gargano, Inler, Zuniga; Hamsik, Lavezzi; Cavani. Siena: Pegolo; Belmonte, Terzi, Contini; Mannini, Gazzi, Codrea, Parravicini, A. Rossi; Bogdani, Larrondo.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Totti parla del suo futuro
Calcio

Totti parla del suo futuro

Francesco Totti, ieri sera, ospite a L'Intervista di Maurizio Costanzo, parla del suo futuro calcistico e si lascia andare. Ecco le sue parole. Ieri sera, all'Intervista di Maurizio Costanzo, l'ospite è stato il capitano della Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*