"CORAGGIO ITALIA" IN PIEMONTE: CONSEGNATI TRENTACINQUE QUINTALI DI PRODOTTI FRESCHI - Notizie.it

“CORAGGIO ITALIA” IN PIEMONTE: CONSEGNATI TRENTACINQUE QUINTALI DI PRODOTTI FRESCHI

Attualità

“CORAGGIO ITALIA” IN PIEMONTE: CONSEGNATI TRENTACINQUE QUINTALI DI PRODOTTI FRESCHI

Coldiretti Piemonte ha realizzato a Torino un primo momento di consegna di prodotti freschi nell’ambito del progetto “Coraggio Italia”. Da Moncalieri presso la sede del Banco Alimentare del Piemonte, sono stati caricati sui mezzi del Banco 10 quintali di tomini freschi provenienti da alcuni caseifici cooperativi del Piemonte, insieme a 12 quintali di cavoli ed a altrettanti quintali di insalata, varietà lattuga e canasta, che sono stati distribuiti nel circuito di 12 mense per indigenti nella città di Torino, servite stabilmente dal Banco Alimentare, tra le quali il Gruppo Abele e gli Asili notturni.

Inoltre presso il quartiere Mirafiori alcuni dirigenti e soci di Coldiretti, hanno distribuito le borse della spesa ai cittadini torinesi quale ulteriore momento di sensibilizzazione rispetto alla protesta degli autotrasportatori che sta facendo mancare la disponibilità dei prodotti freschi.

Dicono Paolo Rovellotti e Bruno Rivarossa, presidente e direttore di Coldiretti Piemonte: “Coraggio Italia, si è realizzata anche a Torino in sintonia con iniziative analoghe, intraprese da Coldiretti sul territorio nazionale, per dire no a forme di protesta, che pesano ancora di più sui cittadini e dare il nostro sostegno a quanti, di giorno in giorno, vivono una situazione di crescente difficoltà per la scarsità di generi alimentari freschi”.

Ha aggiunto Roberto Cena, presidente del Banco Alimentare del Piemonte: “Ringraziamo Coldiretti per questa operazione.

La protesta degli autotrasportatori che riteniamo eccessiva nelle modalità e nei toni, ci richiama alla necessità di evitare gli sprechi dei prodotti alimentari. Una pratica in netta diminuzione anche nelle nostre famiglie a causa della crisi economica del Paese, ma che consente di riflettere sulla necessità di apprezzare di più e meglio quello che portiamo in tavola. Ritengo positivo che in un simile frangente due organizzazioni come Coldiretti e Banco Alimentare si mettano immediatamente a lavorare insieme per rispondere al bisogno, ognuno per la parte di propria competenza, innescando modalità di cooperazione virtuosa assolutamente fondamentali”.

A Torino, come nelle altre città del Piemonte, gli agricoltori di Coldiretti continuano a garantire gli approvvigionamenti nei mercati di Campagna Amica, dove si trovano esclusivamente prodotti locali e a km zero.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche