Corea del Nord testa armi chimiche su esseri umani

News

Corea del Nord testa armi chimiche su esseri umani

La notizia non è nuova, ci sono precedenti, ma non per questo ciò che emergerebbe dalle rivelazioni di uno scienziato fuggitivo e, per ora, coperto da anonimato, risulta meno grave.

Il regime di Kim Jong un in Corea del Nord starebbe conducendo una vasta sperimentazioni sull’impiego di armi chimiche e batteriologiche valutando gli effetti anche mediante test su esseri umani.

Le prove sarebbero in un hard disk contenente 15 Gb di dati trafugati da uno scienziato nordcoreano fuggito lo scorso giugno dal paese di origine e in questo momento riparato in Finlandia. Di lui si sa poco: 47 anni, ex impiegato presso il centro ricerche di Ganggye, provincia di Chagan, estremità settentrionale coreana, vicino al confine con la Cina. Lo chiamano ‘Lee’, così da dargli una sorta di identità, anche se si tratta di un cognome comunissimo in Corea.

Ora Lee si presenterà, con tanto di prove, di fronte al Parlamento Europeo, a Strasburgo, per testimoniare contro il regime di Kin Jong un.

La Corea del Nord torna ancora in cima alle cronache per una presunta violazione dei diritti umani, pochi giorni dopo che il rapporto del Pentagono USA sull’ordine mondiale l’ha annoverata una volta in più fra i nemici della sicurezza globale.

Per giunta, le notizie che dovrebbe portare Lee non sarebbero affatto nuove, visto che circa un anno fa un ex ufficiale coreano aveva rivelato di essere fuggito da Pyong Yang dopo aver assistito a test letali condotti con il gas su bambini handicappati.

1 Trackback & Pingback

  1. Corea del Nord testa armi chimiche su esseri umani | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...