Corridoio Vasariano, crollo parziale del tetto COMMENTA  

Corridoio Vasariano, crollo parziale del tetto COMMENTA  

Calcinacci e qualche tegola del Corridoio Vasariano di Firenze sono caduti stamane. Il crollo della struttura esterna del tetto del noto corridoio che conduce a Uffizi e Palazzo Pitti passando sopra al Ponte Vecchio, è stato causato dal cedimento di una telle travi che sostengono il tetto. Il crollo non ha causato alcun danno alle opere custodite nel corridoio, poichè la zona della caduta di tegole e calcinacci è solo di passaggio; nella giornata di lunedì partitanno subito gli interventi per riparare i danni. La Soprintendenza del Polo museale fiorentino ha fatto sapere, con una nota, che si tratta di pochi centimetri caduti dalla volta a botte in stuoia di canniccio nel Corridoio. La causa è il cedimento di un correntino. Solo in via precauzionale una decina di autoritratti posti nelle vicinanze sono stati rimossi; le visite invece potranno proseguire con regolarità fino al 2 settembre, giorno della già programmata interruzione per allestire l’ultimo tratto del corridoio, che verrà destinato all’esposizione di autoritratti del ‘900 e contemporanei.

Leggi anche: Trapianto urgente per una bambina di 9 anni: la salva un Jet militare

Leggi anche

Ultimo giro di consultazioni quello di oggi
News

Ultimo giro di consultazioni quello di oggi

Oggi ultimo giorno di consultazioni: il turno di Berlusconi, del M5s e del  Pd, la parola alle maggiori forze politiche che sono presenti in Parlamento.   La prima delegazione è stata quella di Si-Sel. A seguire,  11,30,il turno dei rappresentanti di Ala, il gruppo di Verdini. Alle 12 , condotti da Angelino Alfano, i leader di Ncd. Nel programma, dopo la pausa del pranzo, i colloqui riprenderanno alle 16. Alle 16 sarà il turno della delegazione accompagnata da Silvio Berlusconi, poi alle 17  il l Movimento cinque stelle. Sul finire della giornata,  alle 18, tutti i presidenti dei gruppi parlamentari del Pd, che Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*