Corso di dizione, un corso delle Edizioni Simone per migliorare la propria dizione - Notizie.it

Corso di dizione, un corso delle Edizioni Simone per migliorare la propria dizione

iPad

Corso di dizione, un corso delle Edizioni Simone per migliorare la propria dizione

Edizioni Simone ha da poco rilasciato su App Store il suo “Corso di Dizione“, un’applicazione di potenziale interesse per tutti coloro che desiderino migliorare le proprie capacità linguistiche e la propria “Dizione”.

Cominciamo subito con il dire che il “Corso di Dizione Edizioni Simone” è un’applicazione universale acquistabile su App Store per 1,59 euro ed attualmente è l’unico corso del genere in lingua italiana.

Una volta acquistata e lanciata l’app, dopo la consueta immagine introduttiva (quasi una copertina), ci si troverà davanti la classica applicazione organizzata in sezioni gestibili tramite l’apposita “tab bar”, presente in calce alla pagina.

Le sezioni presenti sono: Indice, Segnalibri, Recenti, Cerca ed Info. In realtà, la sezione principale che effettivamente consente di fruire del corso è quella intitolata “Indice” ed al cui interno è sostanzialmente contenuto l’intero corso, suddiviso in argomenti di “Teoria” ed “Esercizi”. Le altre sezioni hanno una funzione meramente accessoria essendo destinate unicamente a migliorare lo studio del corso tramite la possibilità di inserire dei segnalibri o di effettuare ricerche testuali.

Nella sezione “Recenti”, invece, vengono automaticamente riportati, come fossero dei segnalibri, gli argomenti via via consultati. Infine, nella sezione “Info” sono presenti alcune indicazioni riguardo l’autore del corso e le caratteristiche tecniche dell’app.

Non è un videocorso, i file audio presenti non sono moltissimi. In sostanza, si tratta di un classico manuale scritto, digitalizzato e presentato sotto forma di applicazione, con l’aggiunta di alcuni file audio.

Il corso è suddiviso in Teoria ed Esercizi e gli argomenti trattati sono i seguenti:

  • Premessa
  • La voce
  • L’importanza di una buona dizione
  • La respirazione
  • I suoni linguistici
  • Gli accenti
  • La pronuncia delle vocali
  • La vocale “o”
  • La vocale “e”
  • Le consonanti
  • Le consonanti “s” e “z”: generalità
  • Le consonanti “s”
  • Le consonanti “z”
  • Gli omografi
  • L’alfabeto fonetico
  • Locuzioni e termini latini.

A tali argomenti corrispondono i seguenti esercizi:

  • Esercizio con “o” e “ò”
  • Esercizio con “nt” e “nd”
  • Esercizio con “ps”
  • Esercizio con “sc”
  • Esercizio con “ltr”
  • Esercizio con “str”
  • Esercizio con omografi che cambiano significato a seconda dell’accento tonico
  • Esercizio con omografi e con omografi con diverso accento tonico
  • Esercizio con “s” sonora e “s” sorda
  • Esercizio con “z” sonora e “z” sorda
  • Esercizio con “è” ed “è”
  • Esercizio con “c”
  • Esercizio con “r”
  • Esercizio con “x”
  • Esercizio con iè”
  • Esercizio con “uo”
  • Esercizio con “gli”
  • Esercizio con “gn”

In aggiunta al testo scritto, nelle sezioni di “Teoria” intitolate intitolate “La respirazione”, “Gli accenti”, “La vocale “e””, “La consonante “s”” e “La consonante “Z”” sono presenti alcuni file audio riguardanti detti argomenti.

Durante la fruizione di qualunque argomento scritto, è possibili aumentare o diminuire il carattere del testo, aggiungere un segnalibro ed inviarlo tramite mail.

Inoltre, dalla barra comandi in alto è possibile navigare avanti ed indietro da un argomento all’altro, ovvero tornare alla sezione “Teoria” o “Esercizi”.

Questa è la premessa dell’opera:

Con il termine dizione si intende il modo corretto di pronunciare le parole di una lingua, analogamente all’ortografia che si riferisce al modo corretto di scriverle. Dunque oltre alla necessità di conoscere le regole per parlare e leggere correttamente, attualmente da molti giovani è avvertita anche l’esigenza di avere una base dalla quale partire per affrontare professioni che si affidano alla parola più che all’immagine. La dizione, infati, copre un ruolo di notevole importanza in campi come la recitazione (attori), la declamazione in pubblico (uomini politici) o, ad esempio, nel giornalismo radio-televisivo… Questo manuale di dizione e pronuncia non pretende certo di insegnare la grammatica e la sintassi della lingua italiana, ma vorrebbe consentire al lettore di migliorare la dizione attraverso la giusta accentazione della parola; di impostare la voce per darle pià armonia e autorevolezza; di attenuare e correggere le cadenze dialettali; di arricchire l’esposizione attraverso la ricerca di vocaboli più appropriati; di superare la timidezza al fine di perfezionare la capacità oratoria; di correggere eventuali difetti di esposizione dovuti alla fretta di esprimersi o per un’errata impostazione dell’apparato fonatorio.

Saper trasmettere la parola, il verbum, secondo modelli di precisione, proprietà, correttezza e armonia riguarda non solo coloro che insegnano a parlar bene o che parlano in pubblico ma anche chi è obbligato a usare la voce per la propria professione“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche