Corte Costituzionale: oggi la ventinovesima convocazione per l’elezione dei nuovi giudici

News

Corte Costituzionale: oggi la ventinovesima convocazione per l’elezione dei nuovi giudici

Si riunisce anche oggi, ancora una volta, il Parlamento in seduta comune a Montecitorio, per eleggere i tre giudici della Consulta. Siamo giunti già alla ventinovesima convocazione per integrare il numero dei giudici della Corte Costituzionale mancanti, ed è già reale il rischio, che l’attività della Corte possa giungere ad una paralizzazione.

Senatori e deputati sono infatti chiamati a sostituire per il ventottesimo, settimo e quinto scrutinio i giudici uscenti, vale a dire Luigi Mazzella, Sergio Mattarella e Paolo Maria Napolitano. La Lega ha già anticipato che voterà scheda bianca per l’elezione dei membri mancanti della Consulta.

A confermare questa presa di posizione intransigente del Carroccio è il senatore Roberto Calderoli, che ai giornalisti ha voluto smentire l’accordo, paventato dal M5S, con il Pd sulla figura di Barbera.

Ho votato Buscopan – ha dichiarato ironicamente il vicepresidente del Senato – per risolvere i problemi di maldipancia della maggioranza‘.

Una presa di posizione confermata anche dal collega Fedriga che ha sottolineato come la Lega ha lasciato le mani sciolte ai suoi deputati, ma che non ci sarà alcun accordo che coinvolgerà il partito: “Non c’è nessun accordo.

Ognuno vota liberamente” per l’elezione dei componenti della Corte costituzionale“. 

Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, ha voluto invece catechizzare i suoi deputati sul nome di Francesco Paolo Sisto, il candidato del Cavaliere, con un messaggio eloquente inviato a tutti i suoi parlamentari: ‘Ti ricordo che oggi dobbiamo sostenere tutti con la presenza e il voto il nostro Francesco Paolo Sisto. Silvio Berlusconi‘.

Il Pd, nelle ultime ore, ha sponsorizzato con forza il nome del costituzionalista , Augusto Barbera, ma per il momento non è riuscito a trovare una convergenza con le altre forze politiche sugli altri due nomi da proporre.

Scelta Civica continua invece a sostenere la figura di Giovanni Pitruzzella, presidente dell’Antitrust, mentre il M5S continua a proporre il nome di Franco Modugno.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...