Corte Europea, illegale carcere preventivo per la Timoshenko

Esteri

Corte Europea, illegale carcere preventivo per la Timoshenko

Sottoporre Julia Timoshenko al carcere preventivo è illegale. Almeno secondo quanto sostenuto dalla Corte europea dei diritti umani secondo la quale non vi erano motivi sufficenti per chiudere in carcere l’ex premier prima del processo. Secondo la Corte i motivi che hanno portato la Timoshenko in carcere prima dell’avvio del processo sono “arbitrari e illegali”, pertanto l’Ucraina ha violato il diritto alla liberta’ di Timoshenko. Inoltre ha sottolineato il fatto che la principale giustificazione per sottoporre Timoshenko al carcere preventivo e’ stata “l’accusa che stava ostacolando i procedimenti contro di lei e il suo comportamento poco rispettoso nei confronti dei giudici nazionali”. Non si tratterebbe però di motivazioni sufficienti per sottoporre qualcuno al carcere preventivo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche