Corte Federale USA: la rete è uguale per tutti, vince la net neutrality COMMENTA  

Corte Federale USA: la rete è uguale per tutti, vince la net neutrality COMMENTA  

Ha vinto la net neutrality, per ora.

Arriva dagli USA la notizia che la Corte Federale ha deciso di confermare la decisione già presa in passato dal Presidente Barack Obama di garantire la completa neutralità della rete, senza vie preferenziali, né ostacoli in funzione dell’operatore o dei contenuti.


L’occasione è stata il ricorso presentato contro tale indicazione da parte di alcuni fornitori di servizi di navigazione, fra cui AT&T, Comcast, Time Warner Cable e Verizon, che preferirebbero l’ammissione di canali ‘differenziati’ per l’accesso a internet.


Il motivo è facile da spiegare. Alcune delle aziende ‘provider’ hanno investimenti diversificati, che comprendono la telefonia o la diffusione o produzione di film: loro interesse potrebbe essere quello di impacchettare servizi web la cui gestione favorisca o sfavorisca l’accesso ad altre applicazioni in funzione degli interessi delle aziende stesse.


L’esempio di Skype, citato da alcuni giornali, è piuttosto esplicativo: l’utilizzo di tale piattaforma, concorrente diretto di fornitori di telefonia, potrebbe voler essere, in qualche modo, osteggiato.

L'articolo prosegue subito dopo


Da questi sospetti era nata la decisione di Obama, e su tali sospetti si è basata la sentenza della Corte Federale USA.

La vittoria della net neutrality, però, non è affatto definitiva. Per ora si incassa un parere preliminare, al quale si farà riferimento per la gestione dei prossimi mesi (con il ruolo di garante affidato alla Federal Communication Commission), almeno fino al prossimo autunno, quando la Corte emetterà una sentenza più approfondita e circostanziata.

Gli interessi economici che le aziende mettono in campo in questo settore sono altissimi e il rischio è che, nella discussione, siano proprio le aziende ad avere il coltello dalla parte del manico.

Leggi anche

1 Trackback & Pingback

  1. Corte Federale USA: la rete è uguale per tutti, vince la net neutrality | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*