Cosa è successo al Porto di Molfetta

Guide

Cosa è successo al Porto di Molfetta

Per una presunta maxitruffa di circa 150 milioni di euro legata alla costruzione del nuovo porto commerciale di Molfetta (Bari), appaltato nel 2007 ma non ancora realizzato, Guardia di finanza di Bari e Corpo forestale dello Stato stanno eseguendo due arresti domiciliari a carico di un funzionario pubblico e di un imprenditore. I due agli arresti domiciliari sono l’ex dirigente comunale dei Lavori pubblici, Vincenzo Balducci, e il procuratore speciale della Cmc (l’azienda che si è aggiudicata i lavori del porto) e direttore del cantiere, Giorgio Calderoni.
La vicenda riguarda una presunta maxi-truffa legata alla costruzione del nuovo porto commerciale della città adriatica. Un’opera per la quale sono stati erogati quasi 150 mln di euro di fondi pubblici, che è stata sequestrata all’alba di lunedì dai militari del nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza e del Corpo forestale dello Stato di Bari su disposizione del gip del tribunale di Trani, Francesco Zecchillo.

Sequestrati anche 33 mln di finanziamenti pubblici non ancora erogati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*