Cosa è successo nel Canale di Sicilia

Guide

Cosa è successo nel Canale di Sicilia

Non si ferma il flusso di migranti in Sicilia.

Dopo che i 237 feretri di migranti morti nel terribile naufragio del 3 ottobre, trasportati a Porto Empedocle (Agrigento) e poi distribuiti nei cimiteri dei Comuni che hanno dato disponibilità di accoglienza, continuano ad arrivare immigrati.

E’ partita l’operazione militare-umana “Mare Nostrum” grazie alla quale, le vedette hanno salvato oltre 600 persone in sei interventi differenti.

Il Capo dello Stato, Napolitano, ha invitato ad affrontare subito la sconvolgente emergenza che ha un impatto, non solo in territorio italiano ma europeo.

Il Ministro della Difesta Mauro ha spiegato che ci sono già più navi del solito e, in più, vi è una nave anfibia col compito di coordinare tutte le altre navi.

Ancora molte parole spese sulla dura legge “Bossi-Fini” che, a parere dei leghisti, non verà mai cancellata; secondo il leader di SeL Nichi Vendola, invece, è da indire una campagna di abolizione della legge perché determina morti ed inutili tragedie.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...