Cosa è un Errore Costante? COMMENTA  

Cosa è un Errore Costante? COMMENTA  

In un esperimento scientifico, un errore costante, detto anche errore sistematico, è una fonte di errore che causa una deviazione consistente nelle misurazioni dal loro vero valore. Al contrario degli errori casuali, che causano deviazioni dal valore reale di diverse quantità, (minori o maggiori rispetto al valore reale), gli errori costanti causano sempre una variazione della stessa quantità e solo in una direzione.

Leggi anche: Bando AUSL per autisti di ambulanza a Teramo


Identificazione

Gli errori costanti sono difficili da identificare, perchè non cambiano; se le condizioni sperimentali e gli strumenti rimangono gli stessi, puoi ripetere l’esperimento svariate volte ottenendo sempre lo stesso risultato. Inoltre, sebbene gli errori costanti producano un pregiudizio costante nei dati sperimentali, non ci sono analisi statistiche che possano rilevarlo.

Leggi anche: Professioni Sanitarie: quali sono?


Eliminazione

Comunque, gli errori costanti si possono identificare ed eliminare in vari modi. Se confronti i risultati del tuo esperimento con dei risultati ottenuti da qualcun altro che ha usato una procedura diversa e strumenti diversi, potrai scoprire che un errore costante diventa palese. Allo stesso modo, puoi scoprire che per ottenere il risultato desiderato è necessario aggiustare o calibrare, la tua procedura o i tuoi strumenti (o entrambi). In certe condizioni, uno strumento di misura stesso può alterare la quantità fisica che si vuole misurare. Se colleghi un voltometro (uno strumento che misura la potenziale differenza tra due punti) ad un cicrcuito che trasmette corrente a bassa tensione o alto voltaggio, il voltometro stesso diventa una componente di rilievo del circuito, influendo così sulla misurazione del voltaggio.


Misurazione precisa e misurazione accurata

Nota la differenza tra una misurazione precisa ed una misurazione accurata. Uno strumento o recipiente con divisioni, o graduazioni, inesatte nella sua scala di misura, darà una misurazione precisa, ma con un errore costante causato dalla inesattezza della graduazione. Questo genere di errore costante può essere eliminato realizzando la tua procedura sperimentale su una quantità di riferimento (dove il risultato accurato è noto), ed applicare le correzioni dovute alla quantità sconosciuta da misurare.

L'articolo prosegue subito dopo


Errore zero

Alcuni strumenti di misura, inclusi amperometri, voltometri, cronometri e termometri, possono essere soggetti ad uno specifico errore costante noto come “errore zero”. Un amperometro (strumento che misura la corrente elettrica in ampere) in teoria dovrebbe misurare zero quando non c’è corrente; in realtà, invece, lo strumento può dare un risultato lievemente più alto o più basso. Questo tipo di errore costante è facile da correggere, perchè anche se lo strumento non può essere azzerato, l’errore potrà essere aggiunto o sottratto da ogni succesiva misurazione.

Leggi anche

Italia in bolletta: il 60% non paga il mutuo o l'affitto
Economia

Italia in bolletta: il 60% non paga il mutuo o l’affitto

In Italia aumentano le famiglie che non riescono a pagare la rata del mutuo e dell'affitto. Il numero di chi non arriva fine mese ha toccato il picco massimo degli ultimi 11 anni.   Circa il 5,4% delle famiglie italiane non paga regolarmente la rata del mutuo o la quota dell’affitto. Sempre più italiani  in `bolletta´, un valore che è cresciuto notevolmente e che nel 2015 ha raggiunto il livello massimo del decennio. Questi i risultati dell'indagine all'Istat sulle condizioni di vita, un indagine che evidenzia chiaramente che il 60% degli italiani fa fatica a effettuare regolarmente i pagamenti e Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*