Cosa far mangiare quotidianamente al proprio cane COMMENTA  

Cosa far mangiare quotidianamente al proprio cane COMMENTA  

L’alimentazione del cane è un aspetto delicato nella vita dell’animale. Abbiamo altre volte spiegato che il cibo in commercio – nella formulazione secca o umida – resta quello maggiormente consigliabile, sia perché viene formulato sulla base di esigenze specifiche (per cuccioli, per cani adulti, per cani “che lavorano”, per cagne gravide, per l’allattamento ecc.) sia perché risulta facilmente dosabile sulla base del peso dell’animale.

Leggi anche: ZUCCHINE DOLCI AL FORNO


Resta il fatto che molti padroni preferiscono cucinare ai loro animali cibo “fatto in casa” invece che ricorrere a quello preparato. E’ possibile alimentare il cane anche con questa modalità purchè si seguano alcune regole base, prima fra tutte quella di chiedere consiglio al proprio veterinario che darà indicazioni utili sulla base della vita del cane, della sua quotidianità, dell’età, dello stato fisico. In questo caso è bene un consulto frequente, quantomeno tutte le volte che ci sono chiare modificazioni della vita dell’animale: quando una cagna è incinta, ad esempio, o quando allatta, quando un cane è ammalato o quando diventa anziano o se sembra prendere qualche chilo di troppo oppure, al contrario, se dimagrisce.

Leggi anche: Wrestling: I cibi di John Cena

Possiamo dare alcuni consigli dei quali tenere conto, primo fra tutti – per importanza – quello di non dare da mangiare all’animale gli avanzi della cucina: potrebbero essere troppo grassi, poco equilibrati fra proteine, fibre e vitamine, troppo piccanti, troppo salati ecc. e metterne a rischio il benessere.


Iniziamo a fare un sommario elenco di alimenti assolutamente vietati perché tossici o comunque dannosi alla salute:
eccesso di sale
cibi grassi con intingoli
cioccolata
prodotti con dolcificanti (tipo caramelle senza zucchero ecc.)
cipolle, aglio
funghi
lievito per pane
cibi scaduti o andati a male
marmellate e dolci in generale
funghi (sia quelli commestibili per l’uomo sia quelli non commestibili)
cavoli, patate, piselli

Anche un pasto preparato in casa dovrà essere equilibrato e contenere proteine: carne bianca o rossa (evitando il maiale), pesce, uova o formaggio non stagionato e magro e carboidrati vegetali (verdura, pane, pasta, riso, cereali).

Carne: dovrà essere scottata in acqua bollente e contenere una parte di grasso, andrà tritata quando deve essere somministrata a cuccioli oppure tagliata in modo più o meno grossolano sulla base della struttura dell’animale.

L'articolo prosegue subito dopo

Ossa: ai cani piace molto sgranocchiarle e servono sia a tenere puliti i denti sia ad aiutare la dentizione nei cuccioli. Bisogna somministrare ossa grandi, che non si scheggiano; mai dare quelle di pollo che se non ben masticate possono causare lacerazioni alla bocca e al tubo digerente provocando emorragie interne.
Pesce: non somministrarlo crudo e fare attenzione a togliere lische e spine. E’ un ottimo alimento per i cuccioli e va somministrato un paio di volte alla settimana.
Latte e derivati: ottimo per lo svezzamento, non è sempre ben tollerato dai cani adulti (può provocare diarrea). I formaggi magri possono invece essere somministrati nella pappa un paio di volte alla settimana, mentre lo yogurt può essere dato frequentemente in quanto regolarizza le funzioni intestinali.
Pasta e riso: vanno cotti molto e serviti quotidianamente; per quanto riguarda il riso questo, non sempre, ma ogni tanto, andrebbe sciacquato dopo essere stato cotto per evitare un eccesso di amido.
Pane: deve essere raffermo almeno da un paio di giorni per farlo diventare più digeribile e con un effetto ridotto della lievitazione. Può essere somministrato in alternanza con i cereali.
Cereali soffiati: sono una componente indispensabile e vanno somministrati quotidianamente, non devono essere cotti, ma serviti aggiungendo acqua calda facendo attenzione a che il composto non diventi troppo liquido.
Uova: si possono mescolare alla pappa, a crudo (sia albume che rosso) non più di una o due volte alla settimana; se si somministrano cotte è necessario eliminare l’albume.
In ogni caso è bene farsi consigliare dal veterinario perché in alcuni casi possono mettere troppo sotto stress il fegato e diventare dannose.
Verdura: deve essere somministrata ad ogni pasto dopo averla fatta bollire: si può utilizzare l’acqua di bollitura per far cuocere la pasta o il riso oppure per allungare i cereali, in modo da recuperare almeno in parte le proprietà che con la cottura si perdono.
Frutta: alcuni animali la amano, altri la detestano, quindi dovete procedere voi per tentativi, e trovare quella che soddisfa il vostro cane.

Leggi anche

Dropbox: come funziona e download
Guide

Dropbox: come funziona e download

Condividere file tra diversi dispositivi non è mai stato così facile: piccola guida per capire come funziona Dropbox e dove si scarica Dropbox è il servizio di cloud storage più noti nel mondo. Un servizio che ti permette di disporre di uno spazio iniziale gratuito all’interno del quale poter inserire e condividere dei file. Un servizio che – dunque – è estremamente utile anche e soprattutto grazie alla sua facilità di fruizione, ha conquistato centinaia di milioni di utenti in tutto il mondo. Come iniziare ad usare Dropbox Innanzitutto bisogna iscriversi al servizio è scaricarlo. Basta registrarsi al portale web del servizio (dropbox.com) e Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*