Cosa fare in caso di ipotermia

Guide

Cosa fare in caso di ipotermia

 

L’ipotermia è una condizione che si verifica quando la temperatura corporea scende troppo , inferiore ai normali 36 gradi.I principali sistemi del vostro corpo, come il di controllo di flusso del sangue, la respirazione, il movimento dei muscoli e del cervello non può funzionare normalmente quando la temperatura corporea è troppo bassa. L’ipotermia è una condizione che può avvenire gradualmente se una persona è esposta a basse temperature per lunghi periodi di tempo, oppure può avvenire in pochi minuti in certe situazioni, come cadere in acqua gelata. Se tu o qualcun altro manifesta i sintomi di ipotermia, è necessario agire rapidamente per recuperare o prevenire l’ipotermia prima che si verifichi un danno grave.

Cose che ti serviranno
Coperte
Liquido caldo da bere
Gli impacchi caldi o una bottiglia di acqua calda

Istruzioni

1 Determinare se tu o chiunque altro sta manifestando i sintomi di ipotermia. I sintomi sono la pelle fredda al tocco, sonnolenza, debolezza, confusione, brividi (può essere svenuto, come condizione peggiore), convulsioni, lento e poco profondo respiro e battito cardiaco. L’ipotermia è un’emergenza medica in molti casi. Chiama il pronto soccorso, se possibile, e procedi con le fasi successive.

2 Lo spostamento al chiuso in aria calda è spesso l’unico trattamento necessario per lieve ipotermia. Rimuovere gli abiti bagnati e sostituirli con vestiti caldi e asciutti.

3 Fai impacchi caldi o usa bottiglie di acqua calda. Mettetele sotto le braccia, sul tronco, collo e inguine. Evitare l’uso di impacchi caldi sulle braccia o le gambe, dal momento che questo può incoraggiare il sangue di rifluire verso il cuore.

4 Dai da bere liquidi caldi per aumentare la temperatura del corpo dall’interno verso l’esterno. Evitare di dare alcool, che provoca disidratazione.

5 Condividi il calore del corpo, mettendoti pelle-a-pelle con una persona che soffre di ipotermia.

6 Praticare la RCP se la persona smette di respirare, fino all’arrivo dei soccorsi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...