Cosa mangiare a Barcellona

Guide

Cosa mangiare a Barcellona

La cucina catalana è una delle più squisite della Spagna e vanta una lunga tradizione. Già nel Duecento vennero scritti i primi libri di ricette, le quali potevano contare su una gran quantità di prodotti, dovuti alle varie dominazioni. Dai Greci e Romani, con olive, vino, grano e pesce sotto sale, ai Mori, che introdussero spezie, melanzane, peperoncini e carciofi, fino ai prodotti americani dopo la scoperta dell’America, come granoturco, patate e pomodori, la cucina catalana è stata da sempre molto varia.

Generalmente quando si va in Spagna si pensa immediatamente alla paella, specialità della Valencia, ma in realtà le prelibatezze da gustare sono molto più umerose. Un piatto da assaggiare è costituito dalle mandonguilles amb sìpia (polpette con le seppie), oltre al mar y mutanya in cui carne e pesce vengono uniti insieme. Tipici sono l’escalivada (melanzane e peperoncini tritati con pomodori, grigliati, pelati e serviti con una salsa all’aglio), l’esqueixada (baccalà con pomodoro, peperoncino, cipolla, olive, fagioli) e l’escudella (brodo di carni miste, verdure, riso o pasta). I piatti a base di pesce e carne sono spesso cucinati con frutta secca: mandorle per il pesce, pere, albicocche e fichi per la carne. I locali offrono la possibilità di assaggiare le tapas, che non sono tipiche catalane, ma sono comuque diffuse. Numerosi i dolci, dalla celebre crema catalana, al pijama, fino al music e mel i matò.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...