Cosa mangiavano i primi coloni americani?

Guide

Cosa mangiavano i primi coloni americani?

Il cibo ha avuto un ruolo molto importante nella vita dei primi coloni americani. La cena era servita nel primo pomeriggio in una sala da pranzo, dove l’intera comunità si riuniva per gustare il pasto.

Questo è stato anche il principale modo in cui le informazioni raccolte durante la girnata venivano condivise. La vita dei primi coloni americani che vissero durante il periodo della guerra rivoluzionaria era difficile. Molti coloni erano poveri e in un’epoca in cui l’agricoltura era la principale fonte di cibo, gli inverni si rivelavano lunghi e freddi, con le stagioni di crescita più brevi.

In primavera, dopo il disgelo invernale, gli agricoltori coltivavano verdure, uno dei pilastri della dieta dei primi coloni. Le verdure come il mais, i piselli, la zucca erano coltivati dagli agricoltori di tutte le colonie. Ortaggi a radice, come cavoli, patate e barbabietole crescevano ovunque ed erano in grado di essere conservati per lunghi periodi di tempo. Questo è stato di fondamentale importanza in un’epoca in cui i coloni non avevano impianti di refrigerazione.

I fagioli invece venivano conservati con l’essiccazione e la sgusciatura. Cipolle e aglio venivano essiccati e appesi spesso durante l’inverno.

I primi coloni erano raccoglitori e tutto il raccolto commestibile era a loro disposizione. Durante il periodo rivoluzionario, c’erano numerosi alberi di noci che crescevano selvatiche e autoctone all’interno delle colonie. Le noci venivano raccolte e cotte per far torte, pane e biscotti.

I mirtilli e l’ uva selvatica venivano raccolte nelle colonie del Nord, mentre gli altri frutti di bosco come more e sambuco erano raccolte altrove.

Il frutto principale che cresceva per il consumo giornaliero era la mela. La mela veniva usata oltre che per i dolci anche per un sacco di piatti tipici coloniali come la torta di cipolle e mele, in cui l’ingrediente principale era il sidro. A causa della sua lunga capacità di durata, il sidro era popolare tra i coloni insieme con la birra.

Per produrre la birra e il pane, i coloni cuocevano i grani raccolti come il grano e l’orzo per fare la farina. L’ avena era coltivata anche per fare la farina d’avena e il porridge. Il riso veniva consumato principlamente nel sud.

Le carni rappresentavano spesso il piatto principale della cena. Gli uomini andavano a caccia su base giornaliera per prendere la selvaggina: cervi, tacchini e conigli o altri animali originari della zona. Veniva utilizzato ogni parte dell’ animale selvatico. Le pelli e le pellicce utilizzate per l’abbigliamento, coperte, scarpe, arredamento e talvolta anche per il commercio.

I coloni non cacciavano soltanto, ma tenevano la selvaggina viva formando dei veri e propri allevamenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...