Cosa si intende per Stato-Mafia COMMENTA  

Cosa si intende per Stato-Mafia COMMENTA  

La trattativa tra Stato italiano e Cosa nostra sarebbe stata una presunta negoziazione avvenuta all’indomani della stagione delle bombe del ’92 e ’93 tra lo Stato italiano e la mafia per giungere ad un accordo che avrebbe previsto la fine della stagione stragista in cambio di un’attenuazione delle misure detentive previste dall’articolo 41 bis.

La trattativa è ancora oggetto di indagini giudiziarie ed è stata dichiarata reale nella motivazione della sentenza del processo a Francesco Tagliavia per le bombe del ’92 e ’93.

A tutt’oggi, anzi, risulta oggetto di diverse indagini, per le quali sono stati indagati diversi esponenti di Cosa nostra come Totò Riina e Bernardo Provenzano, alcuni politici tra i quali l’ex senatore del Pdl Marcello Dell’Utri, il suo ex socio in affar il finanziere Filippo Alberto Rapisarda, il deputato ed ex ministro democristiano Calogero Mannino nonché alcuni appartenenti alle forze dell’ordine come il generale dei carabinieri e capo del ROS Antonio Subranni l’allora colonnello Mario Mori e il suo braccio destro al ROS, il capitano Giuseppe De Donno.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*