Cos’è il Porcellum COMMENTA  

Cos’è il Porcellum COMMENTA  

DICHIARAZIONI CALDEROLI

Quando di parla di “Porcellum” ci si riferisce ad una legge emanata dall’allora Ministro per le Riforme, Roberto Calderoli. La legge Calderoli (n° 270 del 21 Dicembre 2005) ha introdotto una nuova procedura elettorale che riguarda l’elezione dei membri di Camera e Senato, abrogando quella precedente, conosciuta dai più come “Matterellum”. In realtà pare che lo stesso promotore della normativa non fosse soddisfatto della riforma introdotta, per questo il politologo Giovanni Sartori ha coniato il termine dispregiativo “Porcellum” per indicare questa legge che, infatti, ha subito critiche e suscitato polemiche nel mondo politico a causa di notevoli lacune ed imperfezioni.


Il Porcellum stabilisce un sistema elettorale basato sul metodo proporzionale, in base al quale gli elettori non hanno la possibilità di votare per la persona direttamente (per esempio il Sindaco), ma devono esprimere la loro preferenza per una lista. In base ai voti ricevuti da ogni singola lista queste ricevono un numero di seggi proporzionale alle preferenze ottenute.


La legge prevede inoltre un premio di maggioranza. Soprattutto su quest’ultimo si sono concentrate le polemiche che hanno investito la legge. La legge Calderoli ha eliminato del tutto i collegi uninominali e ha fissato le percentuali in base alle quali una coalizione o un partito possono accedere ai seggi in Parlamento (rispettivamente 10% alla Camera e 20% al Senato).

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*