Cos’è la legge sull’Omofobia COMMENTA  

Cos’è la legge sull’Omofobia COMMENTA  

La Camera dei Deputati ha iniziato a discutere un disegno di legge che renderebbe la discriminazione omofobica un reato nel paese.

Il disegno di legge è stato consegnato lunedi sera da una commissione parlamentare con i voti del partito di centro-sinistra guidati dal primo ministro Enrico Letta (PD), dall’ex-premier Silvio Berlusconi (PdL), e dal gruppo SEL.

Nel marzo del 2011 Berlusconi aveva affermato che le coppie omosessuali in Italia non avrebbero mai potuto sposarsi o avere diritti di adozione.

L’anno prima, di fronte alle accuse di aver fatto sesso con prostitute minorenni Berlusconi aveva risposto:

“Ho un programma di lavoro estenuante e se mi capita di guardare belle ragazze in faccia non so cosa ci sia di male, meglio essere un fan di belle donne che essere gay“.


Un cambio di veduto simile ha lasciato molti sorpresi in particolare i membri cattolici del suo partito per nulla contenti di questo nuovo decreto.

In Italia attualmente non ci sono protezioni contro le discriminazioni anti-gay in pubblico o contro l’incitamento all’odio.

I matrimoni omosessuali e le unioni civili non vengono attualmente riconosciute e coppie dello stesso sesso non hanno diritto all’adozione.

L’identità di genere non rappresenta poi una parte della legislazione ufficiale contro la discriminazione.

Con questa legge il governo sta cercando di dare diritti alle coppie dello stesso sesso, vietando e punendo severamente gli atti omofobici.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*