Cos’è un cristallo di ametista? COMMENTA  

Cos’è un cristallo di ametista? COMMENTA  

Una delle pietre più popolari, il cristallo di ametista è molto apprezzato per il suo colore viola intenso ed è usato in molti modi diversi da centinaia di anni.


Caratteristiche

L’ametista appartiene alla famiglia dei cristalli di quarzo, insieme al citrino, il quarzo grigio e quello rosa. Il suo colore varia da un violetto chiaro a un viola intenso. L’ametista si trova spesso nelle buche di roccia vulcanica. Sulla scala di durezza Mohs, l’ametista è 7, e ciò la rende una pietra dura, molto utile per fare gioielli.


Storia

La parola ametista deriva dal greco “ametistos”, che significa “sobrio” o “non ubriaco”. Si credeva che poichè il colore dell’ametista somiglia a quello del vino, essa proteggesse dagli effetti del vino stesso. Nella Bibbia, Mosè si riferiva all’ametista come a un simbolo dello Spirito di Dio. San Valentino indossava, si dice, un anello di ametista. Era portata dagli antichi soldati Egiziani per infondere coraggio durante la battaglia. L’ametista è conosciuta come la pietra della regalità ed è indossata da principi, governatori e funzionari religiosi d’altro rango da molti secoli.


Miniere

Il Brasile e l’Uruguay sono le fonti primarie di ametista. Depositi minori si trovano in Russia, messico, Africa, Canada e gli Stati uniti.

L'articolo prosegue subito dopo


Varietà

Le ametiste estratte in Brasile hanno per la maggior parte un colore violetto pallido. Quelle estratte in Madagascar hanno un colore viola più scuro tendente al rossastro. Quelle estratte in Uruguay sono probabilmente le più popolari, poichè il loro colore è viola intenso.

Fatti interessanti 

L’ametista è la pietra del segno dell’Acquario e del mese di Febbraio. Nel corso della storia sono state usate come portatrici di pioggia, per proteggersi dai morsi di serpente e come talismani durante la battaglia. Sono usate come pietre calmanti per favorire il sonno e si crede che riducano lo stress e allevino i mal di testa.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*