Cos’è un rogito?

Guide

Cos’è un rogito?

L’atto di compravendita di un immobile viene anche denominato rogito notarile, poiché appunto si compie dinanzi ad un notaio. Si tratta di un atto che viene stipulato in forma pubblica, alla presenza del venditore e dell’acquirente: il notaio appunto garantisce che tutto avvenga nel rispetto della legalità dopo aver preso atto dell’identità delle rispettive parti che partecipano al contratto.

Per la stesura definitiva del rogito in genere si parte dalla base del c.d. “compromesso”, anche se non è necessario che vi sia per forza per dare seguito all’atto. La fase finale della compravendita consiste nell’atto di vendita, il documento finale che impegna il venditore e il compratore l’uno nei confronti dell’altro (trasferimento del bene/versamento del prezzo concordato).

L’iter burocratico però non termina con la stipulazione dell’atto finale di vendita, ma con la trascrizione di questo da parte del notaio nei Registri immobiliari. Solo in questo momento l’atto si perfeziona e assume validità nei confronti dei terzi.

Il rogito deve contenere: le indicazioni di modalità del pagamento da parte di chi acquista l’immobile; il valore di cessione dell’immobile; l’eventuale ricorso all’attività del mediatore e le spese sostenute. Richiede la forma pubblica del rogito notarile anche l’istituto giuridico della donazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*