Costa Concordia, cinque condanne e conferma dei patteggiamenti

News

Costa Concordia, cinque condanne e conferma dei patteggiamenti

La giustizia ha fatto il suo corso anche per la vicenda della Costa Concordia. Naufragio colposo, omicidio colposo e lesioni colpose: sono questi i capi d’accusa per il naufragio della Costa Concordia, avvenuto il 13 Gennaio 2012 davanti alle coste dell’Isola del Giglio, in cui persero la vita trentadue persone.

Il Gup di Grosseto, Pietro Molino, ha confermato i patteggiamenti chiesti dai cinque coimputati con il comandante Schettino. A quest’ultimo, il pm ha invece negato il patteggiamento. Sono stati quindi condannati: gli ufficiali Silvia Coronica e Ciro Ambrosio, l’hotel director Manrico Giampedroni, il timoniere Jacob Rusli Bin e il capo dell’unità di crisi di Costa Crociere, Roberto Ferrarini. La pena più alta è di due anni e dieci mesi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...