Costo contapassi Garmin da Decathlon COMMENTA  

Costo contapassi Garmin da Decathlon COMMENTA  

La voglia di fare sport all’aria aperta e bruciare calorie e grassi in maniera uniforme e senza massacrarsi in sala pesi fa sì che sempre più persone ultimamente preferiscano la corsa alla palestra. Ma bisogna correre in maniera sana e ragionevole, magari facendosi seguire da un medico sportivo, in modo tale da controllare che la nostra attività proceda senza sforzi e sia salutare, e adottando l’uso di un contapassi. Sul mercato se ne trovano molti, ma il contapassi Garmin è sicuramente uno dei migliori.

Leggi anche: Quale sport praticare a 40 anni


Oltre ad essere di design elegante e sobrio e comodo da indossare (si mette al polso come un normale braccialetto di caucciù) il contapassi Garmin è l’ideale per chi vuole restare sempre connesso anche facendo attività fisica.

Leggi anche: Cosa mangiare dopo lo sport


Dotato della funzione ‘Smart Connection’ che consiste in un avviso tramite vibrazione quando si ricevono SMS, chiamate, e-mail e appuntamenti fissati da sveglia sul proprio smartphone e compatibile con qualsiasi cintura per cardio-frequenzimetro, il contapassi Garmin è anche resistente all’acqua fino a 5 ATM.


Oltre ad essere un contapassi ha inoltre la funzione di orologio e calendario, conto alla rovescia, misura l’attività svolta con relativo indice delle calorie bruciate e della distanza percorsa.

L'articolo prosegue subito dopo


Il prezzo reale è di € 152,00 (del resto quando si tratta di tecnologia di alta qualità non si può pensare di fare economia); sul sito di Decathlon però possiamo acquistarlo al prezzo speciale di € 138,00 fino ad esaurimento scorte. E’ garantito per due anni.

Leggi anche

christmas-pudding
Guide

Come fare Christmas pudding: ricetta originale

In Inghilterra il Christmas pudding è un dolce tipico molto comune. Ecco la ricetta originale per realizzarne uno come la tradizione vuole. Gli Inglesi hanno l’abitudine di servire a tavola durante le festività natalizie un tipico dolce chiamato “Christmas pudding”, l’equivalente del nostro panettone, pandoro o torrone. Si tratta di una ricetta abbastanza semplice da realizzare, ma bisogna avere l’accortezza di lasciare la miscela di ingredienti in “riposo” per una notte, per dare la possibilità alla birra di amalgamarsi bene. Letteralmente “pudding” significa prugna, ma non vi è traccia di tale ingrediente nella ricetta tradizionale. Forse il termine “plum” si Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*