Costruzioni lego per una vera casa: il nuovo progetto made in Italy COMMENTA  

Costruzioni lego per una vera casa: il nuovo progetto made in Italy COMMENTA  

lego
speedybrick

Hanno quasi 70 anni eppure sono ancora i giocattoli più amati. Stiamo parlando dei Lego, i mattoncini i più famosi del mondo.

L’azienda, fondata nel 1916 da Ole Kirk Christiansen, nel tempo si è evoluta dando vita a giocattoli sempre più dettagliati e variegati. Nessuno avrebbe mai pensato che decenni dopo quegli stessi mattoncini sarebbero stati usati per costruire delle case. Eppure è proprio quello che è successo e a realizzare il progetto è stato un ingegnere della Valle d’Aosta di 54 anni, tale Flavio Lanese.

I mattoncini Lego, come tutti sanno, sono dei mattoncini che si incastrano tra loro e permettono così la costruzione di edifici o di strutture tra le più strane e straordinarie. Seguendo lo stesso principio, Lanese ha pensato alla creazione di un mattone veloce che segua gli stessi principi di base. Il mattone veloce o SpeedyBrick ha il pregio di consentire l’utilizzo di diversi materiali: dal legno, alla plastica ai materiali più utilizzati per la costruzione. Ovviamente, questi nuovi Lego non potranno essere usati per costruire una casa a tutti gli effetti ma andranno bene per piscine, camerini, strutture per far giocare i bambini.

Come dichiara Lanese, l’unico limite è la fantasia.

Per mettere su carta il progetto e registrare il brevetto, Flavio Lanese ha dovuto sudare un bel. Il suo avversario “burocratico” è stato l’Ufficio Brevetti di Monaco col quale ha iniziato a confrontarsi nell’estate del 2012. Dopo tanti documenti e prove, l’ufficio ha finalmente dato l’ok al suo progetto “premiandolo” per l’inventiva, l’innovazione e l’industrializzazione.

I mattoni veloci simili al Lego pensati da Lanese potrebbero essere venduti in qualsiasi negozio di bricolage, magari in confezioni da quattro. Sono leggeri, quindi non richiedono particolari mezzi di trasporto ne tanto  meno molti muscoli. Infine, non richiedono cemento né altri materiali. I mattoncini, come i classici Lego, si incastrano l’uno con l’altro. Ma non è finita qui. Sono antisismici, isolati termicamente, armati in acciaio e presentano già le guide per il passaggio di cavi.

L'articolo prosegue subito dopo

Si tratta di un’invenzione che rivoluzionerà l’industria delle costruzioni. O almeno questo spera il suo ideatore.

Leggi anche

About Enrica Marrelli 457 Articoli
Laureata in Teoria della Comunicazione e Comunicazione Pubblica presso l'Università della Calabria. Amo la lettura ma mi appassiona anche il grande e il piccolo schermo.
Contact: Facebook

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*