Costumi e vestiti dell’ Asia COMMENTA  

Costumi e vestiti dell’ Asia COMMENTA  

Prima di prendere in considerazione gli indumenti caratteristici in Asia, dovremmo fare una breve panoramica sul clima sociale e religioso del continente che di gran lunga ha influenzato il costume e la moda per generazioni.

Islam, Induismo e Buddismo sono le religioni più significative in quest’area, le credenze e le pratiche tradizionali sono importanti e legate alle persone e alle loro espressioni.


Le popolazioni in Asia comprendono diverse caste e tribù, ognuna delle quali ha proprie culture, abiti ed ornamenti particolari, caratteristici. La generazione attuale, anche se aspira a seguire la cultura occidentale, indossa ancora i vestiti tradizionali della regione.


Nell’antica religione dell’ Asia i codici di abbigliamento cambiavano in base alle persone di diversa casta e religione. Il turbante indossato dagli uomini del Punjab in India è un emblema di fede, di coraggio e di spiritualità. Un lungo panno avvolto intorno ai capelli non tagliati di un uomo, è poi successivamente diventato una identità ed emblema dei Sikh.


Per le donne musulmane i lunghi vestiti e lo sguardo sono significativi. “Dicono che le donne credenti debbano abbassare lo sguardo e custodire la loro modestia, non mostrando ornamenti e apparire semplice” – Corano [24:31]

In Asia sono più specifici sul genere che in altre parti del mondo. I capi incorporano più parti in cui gli uomini spesso indossano i pantaloni, e le donne gonne. Coprire il proprio corpo è la norma tradizionale di base per le donne asiatiche, con il Shalwar kameez e il Burkha nella tradizione islamica, il Saree in India e Bangladesh, e il Deel e Cheongsam per mongoli e cinesi, tutti portati con orgoglio e gloria nei secoli. Kurta, Dhoti, Lungi, kimono e Cheangshan sono rispettivamente le versioni maschili.

L'articolo prosegue subito dopo


Si dice che il Salwas kameez abbia avuto origine in Afghanistan ed è un insieme di pantaloni sciolti e camicia in tessuto sottile per uomini e donne.

Il Dupatta o Churni, che è una lunga sciarpa usata in India, e il Burkha un indumento esterno comunemente visto in tradizioni islamiche, sono indossati dalle donne nel corso della Shalwar kameez come simbolo di modestia.

Il Sari, l’abito nazionale indiano, si è guadagnato la fama internazionale per la sua grazia e bellezza. È un lungo pezzo di cotone o seta riccamente disegnato, avvolto intorno al corpo con un’estremità sciolta.

Il mongolo Deel e il Cheongsam cinese sono tradizionali di capi di abbigliamento per le donne dell’Asia centrale. Sono cappotti avvolgenti in seta o broccato.

Il Kimono è l’abito tradizionale indossato da uomini e donne in Giappone. Queste lunghe vesti, sono pensati e usati per le occasioni speciali e formali, essi vengono avvolti intorno al corpo con il lato sinistro sopra il destro.

L’essenza e la bellezza dei disegni originari nei costumi in Asia, si è trasmessa attraverso gli ultimi decenni, ed è stato finalmente scoperto e assorbito dalle industrie della moda contemporanee nel mondo. Le versioni improvvisate di queste versioni si rilevano nel mondo glamour che conduce alla vetta dell’arte e della creatività.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*