Côtes de Provence A.O.C. L’Instant Rosé 2014, Château Barbanau COMMENTA  

Côtes de Provence A.O.C. L’Instant Rosé 2014, Château Barbanau COMMENTA  

A Roquefort, in quella meravigliosa terra chiamata Provenza, sorge Château Barbanau, azienda vitivinicola a conduzione familiare che da oltre un secolo coltiva trenta ettari a vigneto, ventitre dei quali all’interno della denominazione Côtes de Provence e i rimanenti in quella di Cassis. Qui le varietà più diffuse sono Syrah, Grenache, Cinsault, Mourvèdre and Rolle, da cui la cantina provenzale realizza interessanti vini bianchi, rossi e ovviamente rosé, tipologia quest’ultima molto celebrata ed apprezzata; dal 2008 l’azienda si è convertita al biologico, cominciando ad apporre il relativo logo sulle bottiglie dal 2012.

Leggi anche: Moulis – En – Medoc A.O.C. 2011, Chȃteau Anthonic


La linea L’Instant annovera versioni blanc, rouge e rosé, sfruttando un fantastico terroir posizionato ad ovest dell’A.O.C. Côtes de Provence, un territorio costituito da argilla e calcare, posizionato ad un’altitudine di circa trecentosessanta metri sul livello del mare.

Leggi anche: Beaune Premier Cru A.O.C. Les Teurons 2014, Domaine Rossignol – Trapet


Oggi ci versiamo nel calice il Côtes de Provence A.O.C. L’Instant nella sua versione Rosé, un vino da consumarsi giovane, ottenuto dai vitigni Cinsault, Syrah e Grenache; l’annata 2014 si presenta di un elegante colore rosa luminoso, mediamente consistente nel calice, da cui si percepiscono intensi sentori di pompelmo, rosa, fragoline di bosco e macchia mediterranea. Il sorso leggiadro restituisce ottima sapidità e freschezza, richiamando componenti fruttate e minerali molto piacevoli; bello anche il finale, discretamente lungo, fine ed elegante.


Lo proverei in abbinamento con la pasta al pomodoro fresco e basilico.

Leggi anche

Style

Transgender famosi e poco conosciuti

Il termine "transgender" è molto di moda oggi: quale significato, persone classificabili, lista dei più famosi e conosciuti al mondo, nomi non popolari Il termine transgender è diventato di grande moda, spesso se ne sente parlare ma, in effetti, nessuno ha ben chiare le idee dato che anche nella lingua italiana sono differenti i significati del termine a seconda del contesto in cui si utilizza la parola. Per quanto concerne la sua origine etimologica, è da ricondursi al movimento LGBT, nato negli USA intorno ai primi anni ‘80, per indicare un movimento di stampo politico che avversa la logica eterosessista Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*