Crac da 13 milioni: arrestato Salvatore Cammalleri, amministratore della Best Contact Lazio COMMENTA  

Crac da 13 milioni: arrestato Salvatore Cammalleri, amministratore della Best Contact Lazio COMMENTA  

20121210-102830.jpg

Torino – Con l’accusa di bancarotta fraudolenta è stato arrestato Salvatore Cammalleri, amministratore della Best Contact Lazio. L’arresto è stato eseguito dai militari della guardia di finanza del Comando Provinciale di Roma.


Le indagini del Nucleo di Polizia Tributaria di Roma, coordinate dal Procuratore Aggiunto di Roma Nello Rossi e Sostituto Procuratore Michele Nardi, hanno evidenziato come l’imprenditore avrebbe causato il dissesto della società, operante nella gestione di call center, distraendo dal bilancio della società oltre sette milioni di euro.


L’analisi del bilancio e le indagini sui movimenti finanziari hanno permesso di ricostruire con esattezza tutte le operazioni societarie eseguite prima della dichiarazione di fallimento: acquisizione in affitto di un ramo di azienda di altra società senza riceverne alcun beneficio economico, periodici e consistenti prelievi dalla cassa per versamenti a favore di una società in liquidazione, apparentemente ingiustificati, considerando anche la condizione di insolvenza in cui versava l’azienda. Il tutto portando ad un passivo fallimentare accertato di oltre 13 milioni di euro.

L’uomo, già coinvolto in passato anche nel crack del gruppo «AGILE-EUTELIA», si trova in carcere a Torino e dovrà rispondere di bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale, per aver occultato le scritture contabili obbligatorie della società, nel tentativo di impedirne la ricostruzione del patrimonio e del giro d’affari.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*