Crampi addominali nei bambini: cosa fare

Infanzia

Crampi addominali nei bambini: cosa fare

Crampi addominali nei bambini: cosa fare
Crampi addominali nei bambini: cosa fare

Ognuno di noi, da bambino, ha avuto a che fare con diversi sintomi alla pancia e vari crampi addominali. Ecco come comportarci se accade ai bambini

Tanti sono i sintomi che provocano dolori, crampi addominali o più sintomi allo stesso tempo, quali la febbre alta, urine maleodoranti, bruciore nelle vie urinarie o infezioni.

Solitamente il dolore che interessa il basso ventre può essere causato anche da un semplice mal di gola, tosse o influenza stagionale che provoca dolori addominali.

Se invece i crampi e i dolori interessano aree diverse dal basso ventre, può essere causata a forti stati emotivi o d’ansia.

È possibile identificare due tipi di dolore allo stomaco. Uno mentale e uno fisico. La prima è un dolore causato dalla psiche stessa del bambino che ha solo bisogno di coccole e attenzioni da parte dei genitori, oltre che saltare la scuola.

A volte però, quando si trattano di dolori fisici, bisogna verificare se quest’ultimi sono seri o meno.

Alcuni dolori posso essere causati da una appendicite divisa in due forme.

Il sintomo si manifesta in forma acuta con febbre, dolore addominale e vomito mentre la seconda forma è cronica dove viene manifestata con dolori vaghi nel colon con vari disturbi digestivi.

I dolori possono essere causati anche per accumulo di gas intestinale o incompleta evacuazione. Per questo motivo, è consigliabile che i bambini mangino tanta verdura e frutta poiché gli alimenti ricche di fibra, aiutano ad avere una regolare evacuazione oltre che a dare energie.

Esistono due tipi di fibre. La fibra insolubile non viene digerite ma viene sfruttata nel transito intestinale, cercando di non rendere pigro l’intestino o a una possibile stitichezza. Essa è concentrata in cibi come le verdure e cereali integrali.

La fibra solubile invece viene digerite e aiuta l’organismo ad assorbire ogni sostanza nutriente che viene assunta attraverso il cibo come legumi, alcuni ortaggi e frutta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche