Crisi azienda Monte Regale, anticipo cassa integrazione ai lavoratori

Attualità

Crisi azienda Monte Regale, anticipo cassa integrazione ai lavoratori

Cuneo – E’ stato firmato mercoledì 10 ottobre in Provincia il protocollo d’intesa per l’anticipo della cassa integrazione ai 61 lavoratori della ditta Monte Regale srl in concordato preventivo, occupati presso l’unità produttiva di Mondovì.
Per la Provincia era presente l’assessore alle Politiche del lavoro Pietro Blengini e l’accordo è stato firmato anche dal sindaco di Mondovì Stefano Viglione, dall’Inps di Cuneo con il direttore Santo Eugenio Delfino, dai rappresentanti della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo con il direttore Fulvio Molinengo e della Banca Regionale Europea con il responsabile Direzione Territoriale Cuneese Monregalese Riccardo Chiapello, oltrechè dalle rappresentanze sindacali Cgil (Marco Ricciardi), Cisl (Giorgio Ciravegna) e Uil (Giovanni Ventura).
“La Provincia di Cuneo, il Comune di Mondovì e le altre parti che oggi hanno firmato in accordo con le parti sociali – spiegano la presidente Gianna Gancia e l’assessore Blengini – hanno preso sul serio il notevole disagio delle famiglie e le apprensioni sociali particolarmente acute nella zona, accordandosi nel garantire ai lavoratori della Monte Regale l’anticipazione del pagamento della cassa integrazione.

Un atto che attenua le loro difficoltà, consentendogli di ottenere l’erogazione delle indennità spettanti senza attendere la conclusione del lungo e complesso iter ministeriale per la concessione del beneficio”.
Il provvedimento permetterà di dare copertura totale per 12 mesi ai 61 lavoratori per una somma massima di 750 euro al mese che verrà accreditata su ogni singolo conto dedicato per un periodo pari alla durata della Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria. Il costo dell’operazione legato agli interessi passivi e spese sulla gestione del conto, quantificato in complessivi 3.300 euro saranno suddivisi in parti uguali tra Provincia, Comune e Fondazione Crc.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...