Crisi vicina, Pdl: decadenza di Berlusconi inaccettabile COMMENTA  

Crisi vicina, Pdl: decadenza di Berlusconi inaccettabile COMMENTA  

Dopo cinque ore di vertice ad Arcore tra Pd e Pdl, quest’ultimo arriva ad una conclusione: la decadenza di Silvio Berlusconi dalla carica di senatore è costituzionalmente inaccettabile e quindi impensabile. Va garantito il diritto alla piena rappresentanza politica e istituzionale di milioni di elettori che hanno votato per il Cavaliere.


Ora spetta al premier Letta, al Capo di Stato Giorgio Napolitano e al Pd affrontare questa complicata “questione democratica” che potrebbe portare ad una spaccatura e quindi alla crisi di Governo.


Il pensiero “ufficiale” dei Democratici è che sul Governo non possono esserci ricatti, non si possono eludere le leggi e non rispettare le sentenze. L’opinione della Lega è che “le questioni personali di chiunque non possono incidere sulla vita del Parlamento e del Governo”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*