Cristina, vittima di Motta Visconti: le ultime frasi su Facebook COMMENTA  

Cristina, vittima di Motta Visconti: le ultime frasi su Facebook COMMENTA  

20140615_72042_milano1

Uccisa dal marito insieme ai due figlioletti. Una tragica fine quella di Cristina Omes, la donna di 38 anni trucidata dall’uomo che amava con i due figli di 4 anni e di appena 20 mesi. Il marito Carlo Lissi, ricercatore di trentuno anni che lavora a Milano, ha confessato il triplice omicidio dopo un lungo interrogatorio. I due erano sposati da sei anni, tutti li ricordano come una coppia abbastanza affiatata e felice. Però qualche nube nella relazione c’era: pare infatti che il movente dell’uccisione sia la relazione di Lissi con una collega.


La vita di Cristina, mamma amorevole e impiegata in un’agenzia di assicurazione, passa attraverso i post condivisi sui social network. Una decina di giorni fa aveva scritto: “Anche se nella vita tu ci sei per tutti, non è detto che tutti ci siano per te”. Il 7 Maggio scorso, invece, una frase che forse racconta il tormento interiore della donna ed una crisi di coppia: “Non trattarla male, potrebbe starci male, e credici quando una donna è ferita cambia”.


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*