Crociata anti Nutella: la Royal si scusa COMMENTA  

Crociata anti Nutella: la Royal si scusa COMMENTA  

La crociata lanciata da Ségolène Royal si è già fermata.

Dopo che la ministra all’ecologia francese, ospite di una trasmissione televisiva su Canal +, aveva accusato la Nutella di essere fra le maggiori cause della deforestazione mondiale, è stata la stessa Royal a fare marcia indietro.

Leggi anche: Regalati una pausa piacevole con Nutella Icecream!


Le affermazioni circa i danni provocati dall’essere l’olio di palma fra gli ingredienti di uno dei prodotti italiani più venduti al mondo sono state ritirate con una breve, ma significativa, frase affidata a Twitter: “mi scuso per la polemica sulla Nutella. Sono favorevole a valorizzare il progresso”.

Leggi anche: Pandoro farcito ricetta: con gelato, mascarpone o nutella


Un politico che riconosce un errore è sempre una rarità e, proprio per questo, va apprezzata l’iniziativa della Royal. Manca, a voler essere precisi, una spiegazione circa le ragioni del dietro front: forse le ampie e circostanziate delucidazioni sulla politica aziendale, fornite dalla stessa Ferrero, circa l’utilizzo e la provenienza dell’olio di palma, sono state così puntuali da smontare ogni diceria sul nascere.


Se così fosse, tutto bene, ma ben meglio sarebbe raccogliere tutte le informazioni prima di parlare, non dopo.

Leggi anche

esplosione-treno-merci
Esteri

Treno carico di gas deraglia ed esplode, 5 morti e molti feriti

Disastro ferroviario nel nord est della Bulgaria, dove un treno merci carico di propano-butano, è deragliato ed esploso distruggendo almeno una ventina di edifici. Un incidente gravissimo, avvenuto nei pressi del villaggio di Hitrino, che ha provocato la morte di almeno cinque persone anche se il bilancio è ancor aprovvisorio. I medica locali hanno ricostruito la dinamica dell'incidente: il treno sarebbe uscito dai binari e questo avrebbe provocato la violentissima esplosione, che ha a sua volta causato il crollo di diversi edifici. Le persone decedute sarebbero state sepolte dalle macerie e vi sarebbero anche 25 feriti, alcuni dei quali in Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*