Crollo borse asiatiche: colpa degli USA, secondo Pechino - Notizie.it

Crollo borse asiatiche: colpa degli USA, secondo Pechino

News

Crollo borse asiatiche: colpa degli USA, secondo Pechino

Dopo giorni di silenzio assoluto, le autorità cinesi hanno deciso di far sentire la loro voce ufficiale sul capitolo del crollo dei mercati.
Se, infatti, fino a ieri, né i telegiornali né i principali quotidiani, come, ad esempio, il Quotidiano del Popolo, l’organo di stampa più diffuso in Cina, hanno speso neppure una parola a commento delle fragorose cadute delle borse di Shanghai e Shenzen, la svolta è avvenuta per mano dell’agenzia di stampa governativa Xinhua, che ha diramato una nota più che esplicita: se i listini vanno in rosso, è colpa degli USA, cioè della Fed e della sua decisione di aumentare il costo del denaro.
Opinione rispettabile, ma, in generale, poco condivisa dagli addetti ai lavori, che propendono invece per individuare la fonte del problema nel rallentamento dell’economia cinese.
Il governo di Pechino non si è limitato alle dichiarazioni, ma è passato anche all’azione vera e propria, ordinando l’arresto di un giornalista finanziario del settimanale Caijing e di vari operatori di settore, fra cui 8 dipendenti della banca Citic Securities.

Per tutti, l’accusa è quella di aver diffuso “voci” sul crollo del valore di alcune azioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche