Crotone: via Menichini, corsa a due per la sostituzione COMMENTA  

Crotone: via Menichini, corsa a due per la sostituzione COMMENTA  

Leonardo Menichini non è più l’allenatore del Crotone. Questa la decisione della società calabrese al termine della riunione straordinaria svoltasi in sede tra il ds Ursino, il presidente Vrenna ed il vice Gualtieri: fatale al tecnico toscano la sconfitta interna di sabato scorso contro il Varese, la quarta consecutiva che ha fatto precipitare i pitagorici ai margini della zona playout. Si tratta del quattordicesimo esonero stagionale in Serie B. Per il momento la squadra è stata affidata ad uno dei collaboratori di Menichini, il vice Massimo Drago, spia inequivocabile delle difficoltà della società nel reperire un sostituto.


Pesa infatti il no ricevuto nella giornata di domenica, quando l’esonero di Menichini era ormai nell’aria, da parte di Franco Lerda, protagonista della miglior stagione nella storia del club rossoblù nel 2009 chiusa ad un passo dalla conquista di un posto nei playoff promozione.

La scelta a questo punto si restringe ai nomi di Gigi Apolloni, che ha strategicamente smentito di essere stato contattato ma che è in realtà il favorito, e di Roberto Cevoli che starebbe scalando il gradimento dei dirigenti calabresi.

Momento difficilissimo quindi per il Crotone, che “vanta” il peggior attacco della categoria con appena ventidue reti all’attivo, alle prese con una classifica peraltro non ancora drammatica ma con un futuro societario incerto, dopo l’addio annunciato in estate dal patron Gianni Vrenna, che si sta ripercuotendo su un mercato invernale finora all’insegna dell’immobilismo dopo i pochi movimenti effettuati in estate.

L'articolo prosegue subito dopo

Per Menichini si tratta del secondo esonero subito a Crotone dopo quello subito il 27 novembre 2010 per far posto a Corini la cui esperienza sulla panchina calabrese durò però appena due mesi prima del ritorno di Menichini che conquistò una tranquilla salvezza.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*