Affinità d'intenti tra due o più persone: se fosse un cruciverba quale sarebbe la soluzione

Cruciverba: affinita’ d’intenti (9 lettere)

Cultura

Cruciverba: affinita’ d’intenti (9 lettere)

Affinità vuol dire perseguire gli stessi ideali. è sinonimo di comunione di intenti. Ecco cosa significa "comunione" anche dal punto di vista giuridico.

Affinità d’intenti: Se fosse un cruciverba, la soluzione di 9 lettere al quesito Affinità d’intenti sarebbe comunione. Questo perché le persone affini sono quelle che condividono gli stessi obiettivi e che hanno degli interessi comuni da realizzare.

Cos’é l’affinità d’intenti?

Capita spesso, soprattutto quando si parla della vita di coppia, di parlare o sentire parlare di affinità d’intenti. Ma cosa vuol dire esattamente questa espressione? Significa che due o più persone credono negli stessi valori e hanno i medesimi ideali, per raggiungere i quali sono disposti a lottare. Nella relazione tra due o più persone ciò costituisce un presupposto fondamentale affinché il rapporto si fondi su basi solide e durature. Vuol dire vivere in simbiosi.

Soluzione: Comunione

Se analizziamo bene il significato della parola Comunione, ne scopriamo il senso più profondo, ovvero perseguire gli stessi ideali, avere delle abitudini in comune e lottare per il raggiungimento di uno stesso scopo o per qualcosa in cui si crede fermamente.

Vivere in comunione vuol dire vivere un rapporto di reciproca comprensione. Vuol dire avere le stesse esigenze o comunque comprendere quelle dell’altro, condividere idee e opinioni. Vivere in comunione con qualcuno è importante perché dà la forza di andare avanti nel pieno rispetto innanzitutto di se stessi e poi anche di chi ti sta accanto. Se analizziamo l’aspetto giuridico della parola Comunione possiamo parlare di Comunione di beni, in contrapposizione al regime di separazione dei beni tra due coniugi. Il regime di comunione dei beni presuppone che, all’atto del sacramento del matrimonio, i due coniugi decidano che i beni materiali acquisiti, congiuntamente o separatamente dagli stessi dopo il matrimonio, entrino nella comunione dei beni ovvero appartengano ad entrambi. Ciò non vale per i beni dei quali i coniugi siano proprietari prima del matrimonio, che invece restano in regime di separazione ovvero di proprietà di ciascuno dei due.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche