Cruciverba: precede la pasqua (9 lettere)

Cultura

Cruciverba: precede la pasqua (9 lettere)

quaresima
quaresima

Il periodo che precede la Pasqua prende il nome di Quaresima. 40 giorni di digiuno, penitenza e preghiera secondo le Scritture Cristiane. Conosciamo insieme la ricorrenza liturgica della Quaresima.

Nella Chiesa Cattolica e in alcune Chiese Cristiane, si celebra la Quaresima, quel periodo di preghiera e di penitenza durante il quale si ricorda il mistero della Redenzione.

La Quaresima

La Quaresima è una ricorrenza liturgica che precede la celebrazione della Pasqua. Essa, secondo il rito romano, inizia il mercoledì delle Ceneri e si conclude il Giovedì Santo, il giovedì che precede la Pasqua.

I 40 giorni della Quaresima

L’etimologia della parola Quaresima deriva dal tardo latino “quadragesĭma (dĭem)”, che significa “quarantesimo (giorno)”. Indica, dunque, il periodo dei 40 giorni prima della pasqua. Il numero quaranta svolge un ruolo centrale, infatti ricorre frequentemente nelle Scritture. In particolare, nel Nuovo Testamento, sono 40 i giorni che Gesù passò digiunando nel deserto; 40 i giorni in cui Gesù ammaestrò i suoi discepoli tra la resurrezione e l’Ascensione. I giorni del diluvio universale sono 40 così come 40 i giorni passati da Mosè sul monte Sinai.

I giorni di cammino del profeta Elia per giungere al monte Oreb sono 40 così come 40 i giorni di tempo che, nella predicazione di Giona, Dio dà a Ninive prima di distruggerla. Mentre 40 sono, secondo le Scritture, gli anni trascorsi da Israele nel deserto.

Il digiuno

La Chiesa individua nella Penitenza di Redenzione la pratica del digiuno. In pratica, durante la Quaresima, al fine di conservare lo spirito integro, occorre osservare il digiuno. La pratica del digiuno risale ai primi tempi del Cristianesimo, osservata già dai profeti Mosè ed Elia. Il digiuno veniva contemplato per quaranta giorni e quaranta notti così come era stato fatto da Nostro Signore in modo assoluto. Nella chiesa primitiva la celebrazione della pasqua era anticipata da uno o due giorni di digiuno. Attorno al II secolo, la Domenica precedente la Pasqua era denominata “Domenica di passione” e nel Venerdì e Mercoledì non si celebrava l’eucarestia.

L’estensione del digiuno per tutta la settimana precedente la pasqua è giunta successivamente con la Chiesa di Alessandria. Lo sviluppo della quaresima ha, così, contribuito la disciplina penitenziale per la riconciliazione dei peccatori che avveniva la mattina del giovedì santo.

La penitenza

La penitenza di tutta la comunità cristiana e dei singoli, protratta per quaranta giorni, era il carattere originario della quaresima, il cui scopo era di raggiungere la mortificazione corporale. La pratica della penitenza si ritrova nelle divine Scritture, sia dell’Antico sia del Nuovo Testamento. Con la penitenza, l’uomo può placare la divinità perseguendo opere di espiazione del suo corpo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche