Cucina per survivalisti

Guide

Cucina per survivalisti

Cucinare all’aperto può essere divertente ed eccitante. Un pasto caldo è di solito molto ben accetto mentre ci si gode la vita all’aria aperta. Cucinare survivalista significa approntare un pasto con il minimo indispensabile, quando si è in campeggio o in qualsiasi altra situazione simile. Significa non contare sull’elettricità e gli altri comfort del vivere civile. Ecco alcuni consigli se vi trovate in questa situazione.

Saper accendere un fuoco

Se non sai accendere un fuoco, non puoi cucinare. No, non devi necessariamente saper avviare un fuoco come gli indiani, strofinando due legnetti, ma se non sai far prendere un buon fuoco dai fiammiferi o da dei pezzi di carbonella, sei nei guai. Inizia a fare pratica. Inizia con il raccogliere rami secchi, aghi di pino secchi e qualsiasi altra cosa che si brucia facilmente. Fai un mucchietto mettendo i rametti leggermente più grandi sopra. Usa il fiammifero per accendere la legna e soffia per incoraggiare i piccoli rametti a bruciare. Questi bruciano rapidamente, fa in modo da averne una certa quantità pronta. Come la fiamma cresce, aggiungi pezzi più grandi. Alla fine resteranno i pezzi più grandi di legno. Ricorda di impilarli in forma piramidale. Una volta che hai un bel fuoco che brucia, aspetta di avere alcuni carboni ardenti e poi puoi iniziare la cottura.

Casseruola o bastone di legno

Una casseruola da campeggio è il contenitore migliore per cucinare all’aperto. Ma se sei veramente nel bosco e disponi solo di ciò che la natura di fornisce, utilizza un bastone verde appuntito per infilzare la carne e altri cibi e cuocili sopra il carbone. Puoi anche avvolgere la carne e le verdure in foglie verdi fresche, che sono leggermente umide, e posarle accanto ai carboni ardenti. Se sei in un posto selvaggio senza nessun tipo di aiuto, scava una buca e utilizza pietre bollenti per bollire l’acqua; alcuni utilizzano perfino lo stomaco di un animale pieno d’acqua e pietre bollenti per cucinare lo stufato. Se sei abbastanza fortunato da avere una pentola, utilizza le ceneri di legno per pulirla.

Cibo

Naturalmente avrai bisogno di cibo per mangiare. I survivalisti cacciano e raccolgono nei boschi il proprio cibo. Cervo, alce, orso e altre carni possono essere macellate e cucinate. Verdure come cipolla selvatica, castagne, ghiande, salvia, felci e pinoli possono essere raccolte e servire da contorno gustoso. Si può pescare un pesce e avvolgerlo nelle foglie di erba cipollina per poi cuocerlo sulla brace. Non importa dove ti trovi, ma cerca di avere con te del sale. Senza questo condimento, troverete i pasti molto scipiti!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...