Culturefestival 2012: sabato 1 e domenica 2 settembre Convegno internazionale IDEA TERRAE e concerto Masterclass di Sax

Cultura

Culturefestival 2012: sabato 1 e domenica 2 settembre Convegno internazionale IDEA TERRAE e concerto Masterclass di Sax

Sabato a seguire il concerto della Masterclass di Sax con l’Ensemble dell’Orchestra da Camera della Sardegna e la Banda di Pabillonis

Sabato 1 e domenica 2 settembre all’Hotel “I Lecci” di Villanovaforru si terrà IDEA terrae, il convegno internazionale di ricerca, innovazione e sviluppo d’impresa per la reinterpretazione dell’ artigianato in architettura con approcci innovativi. Al termine del convegno si terrà il concerto della terza Masterclass internazionale, quella di Sax, in collaborazione con l’Ensemble della Camera della Sardegna e la Banda di Pabillonis (Hotel “I Lecci”, via del Rosmarino, Villanovaforru).

Durante il convegno organizzato dal Maestro Simone Pittau, direttore artistico del culturefestival , verranno esposti i principi ispiratori del progetto Enpi-Med IDEA terrae, che intende rivalutare le potenzialità della tradizione storica dell’architettura in terra cruda del Mediterraneo, con la creazione di una rete di relazioni e di imprese operanti non solo nel restauro ma anche nell’arte del “costruire ex novo in terra cruda”, quale base materiale della new green-tecnology.

Ricerca della qualità d’architettura, quindi, in controtendenza al mito consumistico nell’abitare, con un uso più consapevole delle risorse. La cooperazione mira a orientare il dialogo culturale, la governance transfrontaliera ed a facilitare scambi professionali e la formazione di giovani specialisti. Il progetto punta dunque a valorizzare l’antica tecnica di costruire in terra e reinterpretare l’architettura come arte in stretta collaborazione con i centri transfrontalieri, coinvolti dal progetto stesso.

Sabato 1 settembre – 09:30/13:00 1^ sezione del convegno: “Importanza e ruolo delle Reti di cooperazione locale (le cosiddette ONG di base) e alleanze culturali ed economiche con altre reti altamente specializzate nei settori della ricerca, formazione, innovazione e azioni d’impresa”
– 15:00/19:00 2^ sezione del convegno: “Urgenza della diffusione dell’ Architettura di terra quale modello costruttivo realmente sostenibile”
Domenica 2 Settembre: 09:30/13:00 – 3^ sezione del convegno “Ruolo delle Università, nei modelli per la formazione dei Bioarchitetti e del nuovo patto con il territorio reale”

Al Convegno, moderato da Alceo Vado (Architetto, delegato Fondazione Italiana di Bioarchitettura®), saranno presenti: Simone Pittau (Direttore Artistico e Ideatore del culturefestival), Marco Dessì (Presidente Associazione Terras ONLUS), Giorgio La Spisa (Vice Presidente Regione Autonoma della Sardegna), Michele Cossa (Vice Presidente Consiglio Regionale), Angela Nonnis (Assessore ai Lavori Pubblici), Fulvio Tocco (Presidente Provincia del Medio Campidano), Gianluca Cadeddu (Direttore Generale del Centro di Programmazione – RAS), Giovanni Mattu (Presidente BIC della Sardegna), Luca Contini (Responsabile Sviluppo e Ricerca – Sardegna Ricerche), Marco Sechi (Direttore Generale della Presidenza per gli affari internazionali – RAS), Franco Cuccureddu (Consigliere Regionale RAS – Vice Sindaco Comune di Castelsardo), Rossella Urru (Coordinatrice CISP per il Campo profughi Saharawi.), Taieb Ben Miled (GDA Sidi Amor – Tunisia), Walter Marongiu (Associazione Nazionale Città della Terra Cruda), Nawal Hidar (HRPA di Beirut – Libano), Zaki Al Rifai (Coordinatore attività SGA, Baalbek – Libano), Salvatore Cabras (Architetto, promotore Associazione nazionale Città della pietra), Maddalena Achenza (Lab-terra – Cattedra UNESCO Facoltà Architettura Università di Cagliari), Enrico Dini (Ingegnere – inventore della Tecnologia D-shape), Giovanni Floris (Design – Lungimirante Onlus e Officina Floris), Pierangelo Agattau (Imprenditore – Delegato della Rete “Med-ecoconstruction”), Enrico Pinna (Fotografo – saggista, testimonial di un restauro di casa di terra), Enrico Corti (INU – Istituto Nazionale di Urbanistica), Jo Coenen (University of Technology Delft – Olanda), Fakher Kharrat (Facoltà Architettura Università di Cartagine – Tunisia), Antonello Sanna (Facoltà Architettura Università di Cagliari), Ernestina Giudici (Facoltà Economia Università di Cagliari), Touhami Garnaoui (Già coordinatore IRI – progetti Area nord-africana), Tiziana Tirelli (Sardinian Way – Esperta di Internazionalizzazione e Marketing Turistico), Antonio Vernier (Club UNESCO Sardegna), Antonello Secci (WWF – Sardegna), Wittfrida Mitterer (Presidente – Fondazione Italiana di Bioarchitettura®), Wassim Al Kayim, (Regista – 1° premio al “Notorius Film Festival” di Cagliari – Libano).

Al termine della seconda sezione del convegno, quindi sabato 1 settembre, alle ore 19.00 all’Hotel “I Lecci”, si terrà il terzo concerto delle Masterclass internazionali organizzati dal culturefestival , quello di Sax.

L’Ensemble da Camera della Sardegna aprirà il concerto con il brano di W. A. Mozart “Divertimento per Archi n 2” e suonerà con la Banda di Pabillonis il Cocnerto per Oboe arrangiato per Sax Soprano, in DO Minore di B. Marcello; a seguire il docente della Masterclass appena conclusa, Andrew MCNeill, maestro di Sax all’International Soloist of London, insieme ai allievi suoneranno un brano di G. F. Handel “Hornpipe” dalla Suite n. 2: Water Music.

Tra i prossimi appuntamenti del culturefestival ricordiamo il concerto di Paolo Carrus, dell’Orchestra da Camera della Sardegna con Daniele Di Bonaventura, della cantante Rossella Faa, e gli incontri con gli scrittori Claudio Loi, Giacomo Mameli e Mauro Montis. L’ultimo convegno dal titolo “Sport e disabilità” , sulla ricerca e sulle tecnologie per gli sport senza barriere, si terrà a Cagliari il 22 settembre.

Per tutta la durata del festival – dal 25 luglio al 13 ottobre – il museo “Casa Pilloni” di Sardara ospiterà delle mostre d’arte: arte e pittura contemporanea, ceramica, vetro e tessuto di Ugo Serpi, Daniela Serpi, Massmo Boi, Simonetta Liscia e Maria Daniela Zedda fino al 31 agosto, mentre le pittrici Fernanda Sanna e Roberta Cau esporranno dal 1 settembre al 13 ottobre.

La V edizione del culturefestival, iniziata il 25 luglio e proseguirà fino al 13 ottobre, si snoda attraverso un percorso itinerante tra le location più suggestive della Provincia del Medio Campidano e di Cagliari: Sanluri, Sardara, Pabillonis, Cagliari, Simala, Mogoro, Santu Lussurgiu, Castelsardo, Burcei e Villacidro.

Il culturefestival si ripropone infatti di riscoprire il Campidano ed è interamente concepito come itinerario culturale volto a valorizzare gli artisti sardi, le tradizioni della Sardegna, i siti storici presenti sul territorio regionale, l’artigianato e i prodotti tipici, promuovendoli attraverso una visibilità internazionale, incrementando l’economia di tutta la zona, coinvolgendo musei, centri culturali, agriturismi, B&B, hotel, bar e tutte le attività commerciali presenti e potenziali. Questa iniziativa vuole porsi anche come occasione di stimolo per tutti i giovani, affinché possano conoscere ed apprezzare le varie espressioni artistiche traendo da esse ispirazione e motivazione.

Il culturefestival, patrocinato da Sir Colin Davis, Presidente della London Symphony Orchestra, è organizzato dall’Associazione Sardinia Pro Arte e fondato dal M° Simone Pittau (primo violino nell’orchestra del Premio Oscar Ennio Morricone, fondatore dell’Orchestra da Camera della Sardegna, direttore a soli 30 anni della London Symphony Orchestra). La manifestazione è realizzata con il patrocinio dell’Assessorato Regionale al Turismo, del Consiglio Regionale della Sardegna, della Provincia del Medio Campidano e della Provincia di Cagliari.

Tutte le iniziative del culturefestival sono ad ingresso gratuito.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche