Cura semplice per l’eczema

Guide

Cura semplice per l’eczema

L’eczema è un disturbo autoimmunitario, il che significa che il corpo reagisce a determinate sostanze in maniera eccessiva. Questa condizione cutanea può manifestarsi sporadicamente o cronicamente. Anche se non c’è una cura per l’eczema, vi sono molte cose che si possono fare per evitare che si manifestino i sintomi della dermatite.

Identificazione

L’eczema è un’eruzione cutanea molto pruriginosa che si manifesta in molti modi. Il più comune è una zona rossa e a strisce, ma si manifesta anche sotto forma di piccoli ponfi bianchi o crepe nella pelle. Spesso l’eczema appare simmetricamente sul corpo. In altre parole, se si ha una striscia pruriginosa dietro il gomito sinistro, probabilmente la si avrà anche dietro il destro. L’eczema solitamente si trova nelle giunture, come gomiti, ginocchia o nocche, attorno agli occhi, cuoio capelluto o tronco del corpo.

Fattori scatenanti

Come le allergie, l’eczema tende a manifestarsi in risposta a uno specifico fattore scatenante. Alcuni dei maggiori colpevoli sono muffe, sostanze chimiche aggressive, sostanze inquinanti, detergenti per la casa, determinate condizioni climatiche e lo stress. Cercare di tenere un diario degli attacchi di eczema. Potrebbe essere necessario recarsi da un allergologo per effettuare dei test.

Prevenzione

Una volta noti i fattori scatenanti, fare il proprio meglio per evitarli. All’insorgenza di un attacco, fare brevi docce tiepide. Lavarsi sempre con saponi senza profumo, come il Dove. Dopo aver fatto la doccia, idratare la pelle con una crema delicata, come Eucerin. L’idratazione può prevenire l’eczema. I dermatologi raccomandano di idratare la pelle due volte al giorno. Indossare solo cotone lascia respirare la pelle e minimizza l’irritazione.

Migliorare le difese immunitarie

Dato che l’eczema è un disturbo delle difese immunitarie, migliorarle può aiutare a prevenire degli attacchi. Assumere quotidianamente un multivitaminico, insieme a integratori anti infiammatori, come Omega 3 e vitamina B. Mangiare cibi ricchi di Omega 3, 6 e 9, come semi di lino, salmoni, spinaci e mandorle.

Farmaci

Per sintomi lievi, sono disponibili creme corticosteroidee per differenti parti del corpo. Per casi più gravi, il dermatologo può anche raccomandare corticosteroidi per via orale o endovena. Un’altra alternativa è la fototerapia che bagna le zone colpite con raggi ultravioletti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...