Come curare i capelli ricci e mossi

Guide

Come curare i capelli ricci e mossi

ricci

Trovare i prodotti giusti per ricci perfetti è sempre una sfida. Come possiamo curare i capelli ricci e mossi senza faticare troppo? Alcuni consigli per voi

Amati da chi non li ha e odiati da chi è costretto a conviverci. I capelli mossi e ricci sono da sempre un sogno per le ragazze dalla chioma liscia e poco voluminosa, mentre sono spesso detestati da chi li ha ricevuti in dono per natura. Una delle ragioni alla base del disprezzo dei ricci è la difficoltà nel gestirli e mantenerli sempre perfetti. Non è semplice trovare i prodotti adatti al proprio tipo di capello e, anche quando li abbiamo trovati, non sempre i capelli vengono come li desideriamo.

La parola d’ordine per ricci perfetti? Idratazione. Ricordate di usare sempre shampoo e balsamo idratanti specifici per capelli tendenti al crespo. Ognuno avrà i propri prodotti ideali e, una volta trovati, non c’è bisogno di cambiarli. Se lo shampoo e il balsamo che usate danno il risultato sperato, continuate a usarli fin quando vi soddisfano.

Se i vostro capelli sono particolarmente secchi, meglio idratarli ogni giorno con un conditioner. I ricci sono belli sono se curati: i capelli arruffati e crespi non piacciono a nessuno quindi idratarteli!

Dato che i capelli mossi tendono a sporcarsi meno di quelli lisci, anche i lavaggi saranno meno frequenti. In questo caso, oltre a idratare la china ogni giorno con un conditioner leggero, ad ogni lavaggio fate un trattamento che idrati in profondità. Così i vostri capelli rimarranno corposi e in salute per più giorni. Potete usare il tipo di prodotto che più vi si addice: schiuma, gel, conditioner, mousse.

Non c’è un prodotto ideale, solo quello che più doma i vostri capelli. Ricordate però di non abusare mai de prodotto scelto: l’importante è che sia poco ma buono, altrimenti i capelli sembreranno incollati. Un prodotto che difficilmente delude? Crine Tempestose di Lush, una crema da applicare sui capelli bagnati o asciutti.

I vostri ricci saranno morbidi e profumatissimi. Da provare.

Per l’asciugatura, è importante ricordarsi di usare sempre il diffusore. Questo certo renderà l’asciugatura più lenta ma eviterà che il riccio si scomponga, facendolo rimanere elastico e compatto. Se volete dare un po’ di respiro al capello e ne avete la possibilità, fatelo asciugare naturalmente senza phon. Infatti concedersi qualche pausa dall’asciugatura “forzata” manterrà il capello più in salute.

Molte donne non amano tagliare i capelli, ma se volete dei ricci sempre elastici bisogna usare le forbici. Ovviamente non si tratta di un taglio radicale, ma di una spuntatina ogni 8-10 settimane. In questo modo il riccio sarà sempre in ordine e voi farete meno fatica nel trattarlo. Altro consiglio: quando modellate i capelli, farlo sempre con le mani e le dita. La spazzola è assolutamente vietata perché smonterà i boccoli dandovi un effetto cotonatura che non si addice molto.

Quando asciugate la chioma, non toccatela troppo o rischierete di stressate e scomporre i ricci.

Una volta applicato il gel/mousse che preferite, asciugate senza toccare. È normale che dopo l’asciugatura qualche ciocca non sia riccia come la volete. A questo punto riprendetela con un ferro per capelli e sarà perfetta. Se proprio non sapete vedervi ricce o mosse, potete sempre lisciare i capelli. In questo caso è meglio usare un phon ionico perché, oltre a lasciare i capelli luminosi e lisci come la seta, dimezza i tempi di asciugatura.

Non riuscite proprio a gestire i vostri capelli e la vostra amica riccia ha una china sempre perfetta? Chiedetele chi è il suo parrucchiere di fiducia e non aspettate! Nessuna scusa è valida per giustificare dei capelli in disordine, quindi, se proprio non sapete sistemarli, affidatevi ai professionisti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*